aggiornato il 13/11/2010 alle 5:34 da

Carnevale, i carristi si dividono

PUTIGNANO  – carnevaledivisoSono passati pochi giorni dall’insediamento del cda della Fondazione Carnevale e la categoria dei carristi è già divisa. Mercoledì sera all’incontro fra il presidente Giuseppe Genco ed i cartapestai erano presenti tutti tranne lo storico maestro della cartapesta Franco Giotta che ha così preso le distanze dai colleghi e dalla nuova guida della Fondazione. A determinare la spaccatura è stato il mancato rispetto del termine indicato nel 10 novembre per il raggiungimento di tre obiettivi (messi bianco su nero sulla lavagna del maestro Domenico Impedovo- vedi foto): il saldo dei premi per la passata edizione, il bando di concorso con l’approvazione dei bozzetti, ed infine garanzie sulla sicurezza dei capannoni e di chi all’interno lavora.

Solo il primo di questi tre punti, cioè il saldo dei premi, è stato rispettato dalla Fondazione entro il 10. La constatazione che si è di fronte a nuova incertezza e abituali ritardi ha convinto Giotta a prendere le distanze dai colleghi che invece nel segno della collaborazione vogliono dare fiducia al cda e soprattutto al presidente Giuseppe Genco.

“Siamo intenzionati a dare fiducia più che al sistema alla persona – ci dice invece il maestro Domenico Impedivo che riflette l’opinione della quasi totalità della categoria – siamo d’accordo che lunedì iniziamo a lavorare ai carri, il nostro obiettivo è non perdere tempo. Genco ci ha garantito che sarà tutto concordato e lo sta dimostrando, perché non dargli fiducia?”. Prosegue Impedovo: “Sulle carenze di programmazione siamo tutti d’accordo, come non dare ragione a Giotta, ma ci è stato garantito il massimo impegno sul lungo termine dopo questa gestione che si impegnerà a riequilibrare l’aspetto economico. Siamo d’accordo sul programma avviato: il nuovo statuto e la cittadella per cui si è impegnato direttamente l’assessore.

Pronta la replica del presidente Giuseppe Genco: “Stiamo cercando di dare regole certe, concordate con i sei cartapestai che hanno partecipato al confronto”. Poi un segno di apertura: “Tutte le parti hanno valore e vogliamo coinvolgere tutti – ma avvisa – se però qualcuno rinuncia non ci fasceremo la testa o se intende creare problemi se ne assumerà le responsabilità”.

 

Le interviste integrali a Giotta e a Nardelli e l’intervento del presidente Giuseppe Genco sono in edicola su FAX.

© Riproduzione riservata 13 Novembre 2010