aggiornato il 04/12/2010 alle 10:13 da

Il cantiere della chiesa di San Domenico

Pcantiere-chiesaUTIGNANO –  Apriamo in esclusiva per i lettori di Fax le porte della Chiesa di San Domenico. Dopo circa due anni di chiusura per restauro, il monumento simbolo del barocco locale potrebbe riaprire al pubblico. Il parroco, don Beppe Recchia, dice che “l’apertura è prevista in gennaio”, ma non si può negare che il sogno di molti sarebbe quello di riavere la chiesa pronta per il 25 dicembre. Intanto ad accompagnarci nei meandri del monumento è il direttore dei lavori, l’ing. Giambattista Dalena, che spiega: “I lavori svolti sino ad ora hanno riguardato i locali del piano seminterrato, cioè la cripta, oltre quelli della copertura e l’integrazione impiantistica”. Nello specifico la chiesa è stata dotata di impianti parafulmine e riscaldamento, è stato riparato il tetto e restaurata la sua superficie fino al cornicione. Questi interventi “sono venuti a costare 600mila euro – precisa l’ingegnere – finanziati per il 50% dai fondi dell’8 per mille della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) ed in parte da fondi della parrocchia, con un mutuo”. Al momento si sta procedendo agli interventi di “restauro artistico degli stucchi di navata, controfacciata e presbiterio”, che necessitano di ponteggi.

 Ulteriori dettagli sull’intervento di restauro e foto esclusive del cantiere nella chiesa, in edicola su FAX.

© Riproduzione riservata 04 Dicembre 2010