aggiornato il 18/12/2010 alle 14:08 da

Liceo, occupazione fallita

PUTIGNANO – occupazionemancataLunedì mattina alcuni studenti del liceo “Majorana”, indirizzo classico-linguistico, hanno tentato di occupare la sede dell’istituto in via Diaz. Il tutto si è svolto intorno alle 8 e sono dovuti intervenire i carabinieri per riportare la situazione all’ordine. A spiegarci l’accaduto è il preside della scuola, prof. Martino Sgobba.

“Avendo avuto notizia di una programmata occupazione – riferisce – mi sono recato a scuola presto, insieme al segretario. Alle 8, un gruppo di studenti, non più di 50 persone, schierato a corteo, ha cercato di entrare a scuola”. Il preside riferisce di aver quindi chiuso la porta dell’istituto, deciso a far entrare nella scuola solo chi era intenzionato a fare lezione. Riaperta la porta, alcuni studenti sono rimasti nell’atrio. Sgobba ha proseguito: “Come mio dovere, ho chiamato i carabinieri, cercando di convincere i leader a farla finita”. Nel frattempo al preside sono pervenute telefonate da parte di genitori che lamentavano il fatto che i loro figli non riuscissero ad entrare a scuola. Il preside, accompagnato dal prof. Monti, si è diretto verso il cancello dell’atrio esterno della scuola, dove due studenti erano intenti a serrare l’ingresso con una catena. “Io e il prof. Monti – riferisce Sgobba – abbiamo riaperto il cancello, togliendo la catena. Smentisco atti di forza”. In effetti, la versione fornitaci dagli studenti si discosta per due particolari. I ragazzi parlano di un “centinaio di manifestanti” e, circa l’episodio del cancello, dicono: “il preside si è allontanato dall’entrata per fermare i due ragazzi, strattonandoli via”. Gli studenti hanno
proseguito: “all’arrivo dei carabinieri sono partiti diciamo ‘i patteggiamenti’, volevamo almeno ottenere un’assemblea oggi (lunedì, ndr), ma il preside si è rifiutato, dicendoci che se avessimo terminato lì la cosa non ci sarebbe stata nessuna conseguenza per i due ragazzi che stavano mettendo le catene”. Sgobba ha spiegato di non aver potuto concedere l’assemblea perché “esiste un comitato studentesco di un solo istituto”. Ieri alle 12,20 è stato concesso al polo liceale un comitato straordinario. Ma le proteste nel liceo erano già cominciate sabato scorso, con due cortei, uno al mattino, l’altro nel pomeriggio. In entrambi i casi però la partecipazione era stata scarsa. A proposito dell’astensione collettiva dalle lezioni da parte di alcuni studenti, il preside chiarisce che la cosa sarà “valutata dal collegio docenti”.

© Riproduzione riservata 18 Dicembre 2010