aggiornato il 19/12/2010 alle 11:22 da

Concorso assistenti sociali, braccio di ferro al Tar

PUTIGNANO – Iingresso-comunel Comune ha perso il primo ricorso promosso dall’ex assistente sociale Anastasia Cristella in merito alla graduatoria finale del concorso comunale, e la battaglia “legale” non si è ancora chiusa.

La Cristella che aveva lavorato nel nostro comune con contratto a tempo determinato nei 5 anni precedenti al concorso, era stata indicata come 3ª classificata nella graduatoria finale della selezione vinta invece da Anita Giotta; al secondo posto si classificò Pamela Giotta che poi fu quasi subito integrata nell’organico del Comune con contratto a tempo determinato. Il concorso fu bandito nell’agosto 2008.

Porta la data dell’aprile scorso di quest’anno la sentenza del Tar che ha dato ragione all’ex assistente sociale del nostro Comune e che ha costretto l’ente a rivedere la graduatoria in favore della Cristella.  Con verbale del 30 giugno la commissione del concorso, ha rideterminato la graduatoria “a seguito di rivalutazione della prova e dei titoli dei candidati” come da sentenza e promosso la Cristella al secondo posto, scalzando quindi Pamela Giotta. La nuova graduatoria non ha però inficiato la vittoria del concorso attribuita ad Anita Giotta.

A questa nuova graduatoria si è opposta nuovamente per vie legali l’ex assistente sociale Cristella. Si torna quindi davanti al Tribunale Amministrativo. Il nuovo ricorso al Tar è stato notificato al Comune il 28 ottobre  ed è dei giorni scorsi la decisione dell’ente di costituirsi in giudizio a mezzo di un proprio legale.

L’assistente sociale Anastasia Cristella seguita dagli avvocati Giuseppe Misserini e Alessandro Francesco Viola intende ottenere  “la corretta esecuzione della sentenza del Tar Puglia  del 29 aprile 2010 e mai impugnata dall’ente; la dichiarazione di nullità e/o efficacia, annullamento della determina dirigenziale  del 20 luglio scorso che approva la nuova graduatoria; l’ordine del comune ad eseguire correttamente la sentenza del Tar oppure la nomina di un commissario ad acta che provveda all’esecuzione del provvedimento”.

L’ex assistente sociale ha chiamato in giudizio il Comune di Putignano, il sindaco De Miccolis, il segretario avv. Alemanno in qualità di dirigente  della ripartizione Affari Generali Istituzionali ed il presidente della Commissione del concorso, la dott.ssa Scalini.

In contemporanea si muove un altro procedimento, questa volta presso il Tribunale del Lavoro, per il risarcimento delle retribuzioni spettanti alla Cristella ed invece corrisposte a Pamela Giotta che fu assunta con contratto a tempo determinato proprio attingendo alla graduatoria del concorso, poi rivista a favore dell’ex assistente sociale.

© Riproduzione riservata 19 Dicembre 2010