aggiornato il 12/08/2011 alle 13:05 da

La fontana di Sant’Antonio trasloca

fontana_santantonio2fontana_santantonio1
PUTIGNANO – L’assessore ai lavori pubblici nei giorni scorsi lo aveva promesso ed in settimana lo ha realizzato. Nella prima mattinata di martedì una squadra di operai su sollecito dell’assessore Saverio?Campanella, ha provveduto a smontare l’antica fontana di Putignano in via Sant’Antonio per metterla in sicurezza. La fontana è stata smontata pezzo per pezzo e trasportata su un camion. La fontana ora si trova in un deposito comunale ma già nelle prossime settimane, al massimo i primi di settembre, sarà posizionata in un luogo sicuro preservandola da incidenti. E’ il caso di ricordare che quella di Sant’Antonio è la prima fontana costruita nel territorio di Putignano, porta la data “maggio 1923”. Negli anni la sua posizione al centro della carreggiata l’ha più volte messa in pericolo ed è emersa in modo chiarao la necessità di un trasloco. Trasloco proposto alcuni anni fa dall’Università Popolare e della Terza
Età per celebrare l’anniversario dell’Acquedotto Pugliese, ma poi bloccato dall’amministrazione comunale in risposta alle proteste sollevate da associazioni e privati cittadini preoccupati che lo spostamento avrebbe potuto cancellare le sue origini storiche. Sono passati gli anni, nel frattempo la questione è passata nel dimenticatoio, ma dopo l’incidente stradale avvenuto la scorsa settimana e che ha danneggiato alcune parti dell’antica fontana, il?Comune ha deciso di mettere da parte i tentennamenti e di intervenire. “Bisognava metterla in sicurezza con urgenza – ci ha spiegato l’assessore Saverio Campanella – per il momento la fontana si trova nel deposito comunale ma la sposteremo presto di fronte al luogo dove si trovava, nel piano di lottizzazione di ultima realizzazione (accanto alla palma ndr.). Grazie alla disponibilità di un’azienda l’intervento dovrebbe essere a costo zero per il?Comune. Inoltre la ditta provvederà a mettere nuovamente in funzione la fontana sostituendo elementi mancanti e aggiustando quelli danneggiati”. Per non dimenticare il luogo d’origine della fontana, Campanella intende “mantenere un simbolo (una scritta ndr.) sul punto della strada su cui sorgeva”, e per questo “mi consulterò con il sindaco e con la signora Maresca che da sempre ha manifestato grande sensibilità sul tema”.

fontana_santantonio3

© Riproduzione riservata 12 Agosto 2011