aggiornato il 30/09/2011 alle 14:19 da

Dall’Argentina per esportare la burrata

PUTIGNANO – IMG_0724Dopo il Venezuela arriva in Comune una delegazione proveniente dall’Argentina. I buoni uffici dell’amministrazione comunale in tema di commercio internazionale per favorire le attività economiche locali martedì mattina hanno portato alla visita in municipio di una delegazione giunta dall’Argentina grazie al CNA, interessata ad approfondire le conoscenze nel settore lattiero-caseario. In modo particolare gli imprenditori argentini si sono dichiarati pronti ad esportare la produzione della burrata, un prodotto che non esiste in America latina e che essendo facilmente deperibile non potrebbe essere esportato oltreoceano dopo essere stato prodotto in Italia. La delegazione guidata da Donato Bellomo del CNA e composta da Oviedo Carlos, Scarafia Carina Elisabeth, Grafione Renee Elvio e Federico Agostina, nei giorni scorsi ha visitato numerose aziende casearie fra le quali la Cap ed allevamenti bovini del territorio.

La visita della delegazione argentina fa parte del progetto Fosel curato dal CNA che ha preso il posto della Regione, ormai alle prese con problemi di bilancio, sul fronte incoming commerciale.

Il sindaco De Miccolis ha dato il benvenuto agli ospiti argentini augurando loro incontri proficui per entrambi i Paesi sul fronte commerciale. L’incontro si è concluso con lo scambio di doni: il sindaco ha offerto agli argentini una maschera in terracotta di Farinella ed una guida tuirstica della città di Putignano.

A margine dell’incontro il sindaco si è fermato con i giornalisti presenti per chiarire: “Ovviamente il Comune non si occupa di strategie e promozione commerciale, ma fa in modo di essere il raccordo tra gli organizzatori e gli ospiti e di accoglienza istituzionale”. Infine De Miccolis ha espresso il suo plauso “al CNA che sta mostrando tutta la sua vitalità”.

© Riproduzione riservata 30 Settembre 2011