aggiornato il 07/10/2011 alle 12:23 da

Giovani sceneggiatori in visita a Faniuolo Illuminazioni

PUTIGNANO – troupe_cinema_faniuoloIn genere dall’azienda Faniuolo Illuminazioni i mezzi pesanti escono per portare luminarie in Italia e all’estero. Martedì pomeriggio, invece intorno alle 18, i cancelli della ditta si sono aperti per accogliere un pullman di curiosi. Non semplici turisti, ma 16 giovani sceneggiatori provenienti dall’area euro-mediterranea. Come Fax aveva infatti anticipato, l’azienda è stata scelta come una delle location pugliesi del progetto “Apulia Audiovisual Workshop 2011 – Puglia Experience”. Si tratta di un workshop internazionale di sceneggiatura, una sorta di lezione itinerante che dal 3 al 21 ottobre tocca i posti più significativi e stimolanti della regione.  Ad accogliere gli ospiti ci ha pensato il signor Antonio Vito, accompagnato da due dei suoi quattro figli, dalla moglie, le nuore e la nipotina. Una stretta di mano con tutti, un sorriso per abbattere le differenze linguistiche e via in tour per i meandri dell’azienda. Tra i posti più belli, il laboratorio, dove gli sceneggiatori hanno sfoderato taccuini, macchine fotografiche e telecamere per lasciare traccia di una emozione, una sensazione, un incipit di storia. E lo scopo di Puglia Experience e di Apulia Film Commission è proprio questo. Mettere a disposizione di questi giovani talenti delle piattaforme di lancio, dei luoghi ricchi di storia e tradizioni da cui attingere un racconto, l’idea di un personaggio, una bozza di una futura sceneggiatura per film. E la famiglia Faniuolo, oggi quarta generazione di artigiani delle luminarie, è stata all’altezza delle aspettative.  Tanti gli aneddoti del passato raccontati, come pure l’evoluzione che nel tempo ha avuto la professione e poi i viaggi, la scoperta di nuovi mercati. Il 21 ottobre il progetto si concluderà a Bari. I 16 ragazzi che hanno aderito al workshop incontreranno 50 produttori e illustreranno le sceneggiature che hanno scritto in queste tre settimane. Chissà che fra queste non ve ne sia una che parli delle nostre luminarie.

 

© Riproduzione riservata 07 Ottobre 2011