aggiornato il 15/11/2011 alle 9:03 da

La Croce Rossa sale in cattedra al Centro Paolillo

croce_rossa_al_centro_paolillo_manovre_disostruzione_pediatrichecroce_rossa_al_centro_paolillo_manovre_disostruzione_pediatriche_3

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – Si è svolta sabato 12 novembre, presso il Centro Paolillo in viale Europa a San Pietro Piturno, la lezione introduttiva al Corso di manovre di disostruzione delle vie aeree nel lattante e nel bambino. L’iniziativa è della Cooperativa “Aliante”, presieduta dalla dott.ssa Sonia Tinelli e coordinata sul territorio dalla dott.ssa Angela Loperfido, ed è stata condivisa dal Comune di Putignano, rappresentato da Vito Genco, assessore alle Politiche della Salute ed Affari Sociali. Il tutto è stato reso possibile dalla competenza e disponibilità della Croce Rossa Italiana – Gruppo di Putignano, che ha nel proprio organico 8 istruttori nazionali, tra cui il presidente Alessandro Capobianco, anche referente provinciale Bari. L’intero progetto nasce dallo slogan “Chi salva un bambino … salva il modo intero” e proprio di qui ha tratto spunto la lezione, composta di parte teorica e pratica. Le statistiche parlano chiaro: “il 27% dei decessi accidentali nei bambini è per soffocamento – ha spiegato Capobianco – in Italia 50 bambini all’anno muoiono perché non c’è nessuno che sa intervenire”. Ciò accade per esempio nelle scuole, per cui apprendere le manovre di distruzione, secondo il metodo del dott. Squicciarini, può evitare tali decessi. In effetti l’invito è stato colto al volo da insegnanti, genitori, operatori del sociale che hanno riempito la sala del centro Paolillo. Fondamentale è stato anche sfatare certi luoghi comuni. In caso di soffocamento, “chiamare il 118 e non fare nulla non è l’azione più corretta, dopo 5 minuti di assenza di respiro si possono avere problemi cerebrali a volte irreversibili”. Anche raggiungere in auto l’ospedale non è consigliabile, perché “le sollecitazioni dell’auto possono spingere ancora più in basso il corpo estraneo”. Quindi, fatto salvo il successivo ricovero al nosocomio, queste manovre possono davvero salvare la vita. Alla lezione tenuta dai volontari della Croce Rossa farà seguito un corso per esecutore di manovre di disostruzione, corso che è riconosciuto a livello nazionale e che ha validità due anni, andrebbe poi aggiornato. Tra l’altro la Croce Rossa, a fine incontro, ha provveduto a fornire ad ogni partecipante un dvd con manuale dove sono riportate le manovre spiegate durante la lezione introduttiva. Quanti fossero interessati alla partecipazione al corso possono contattre: il centro Paolillo al numero 080 5796473, o la Croce Rossa ai recapiti: 331 4357726, email alessandrocapobianco@hotmail.com, crocerossaputignano@yahoo.it .

 

 

© Riproduzione riservata 15 Novembre 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento