aggiornato il 26/11/2011 alle 10:00 da

Il Comenius porta i liceali in Polonia

comenius_liceali_in_polonia_1comenius_liceali_in_polonia_2

PUTIGNANO – Fino a giugno 2013 gli studenti del Polo Liceale “Majorana-Laterza” sono impegnati in un progetto Comenius che ha l’obiettivo di riscoprire la propria storia e condividerla con partner internazionali, ponte culturale di conoscenza e crescita umana. Pubblichiamo la nota inoltrataci dalla prof.ssa Antonia Fanelli che racconta il recente viaggio degli studenti in Polonia.

La Polonia, ovvero la cittadina di Tarnobrzeg, è stata la meta del primo viaggio nell’ambito del progetto Comenius Multilaterale “History: local contribution to our common heritage” che si è svolto dal 6 all’11 novembre 2011. La delegazione di Putignano, composta dalle docenti di Inglese prof.sse Spinelli e Mansueto e 4 studenti delle classi 2° e 3° del Polo Liceale Majorana-Laterza, ha incontrato ragazzi e insegnanti di una scuola superiore locale insieme a quelli di Spagna, Grecia e Repubblica Ceca. L’accoglienza da parte delle insegnanti polacche e dei loro alunni è stata calorosa e senza dubbio “artistica”, visto che il primo impatto con la Polonia è consistito in uno spettacolo di canti popolari, danze e scenette divertenti eseguito dagli alunni del liceo partner in questa iniziativa.
Gli studenti italiani hanno fraternizzato presto con i loro coetanei polacchi,cechi e spagnoli e le famiglie ospitanti hanno accolto i nostri ragazzi nelle loro case mostrando grande ospitalità e generosità.
La giornate  sono state impegnate in attività varie divise tra l’impegno a scuola nell’organizzazione del progetto e quelle fuori: dalla visita alla città di Cracovia a quella della cittadina di Sandomierz. Lì  tutte le delegazioni hanno visitato una fabbrica di ornamenti natalizi rigorosamente fatti a mano e assaporato le ottime pietanze tipiche della Polonia. Accogliente anche l’incontro che docenti e studenti hanno avuto con il sindaco della cittadina ospitante.
I ragazzi del Majorana-Laterza sono rimasti favorevolmente colpiti dall’ospitalità mostrata da tutti, hanno formato nuove amicizie e hanno potuto mettere alla prova le loro competenze in lingua inglese, l’unica lingua comune a tutti. Tutti hanno confermato la validità dell’esperienza vissuta  aspettando di vedere i loro nuovi amici nei futuri incontri che si svolgeranno nelle altre nazioni entro giugno 2013.

Nel frattempo gli studenti coinvolti nel progetto saranno impegnati insieme ai loro docenti di Storia e di Inglese in ricerche sul personaggio storico che è stato individuato quale rappresentativo del contributo che la nostra area ha portato alla nascita e sviluppo dell’Europa, l’onorevole Aldo Moro.

Sarà sicuramente un modo “diverso” di conoscere ed approfondire alla propria Storia per condividerla con i nostri partner internazionali.

© Riproduzione riservata 26 Novembre 2011