aggiornato il 02/12/2011 alle 12:12 da

A lezione di pronto soccorso

a_lezione_di_pronto_soccroso_1a_lezione_di_pronto_soccroso_2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – Due ore di lezione infermieristica condotta da Giuseppe Marzullo, professionista di primo intervento presso il Pronto Soccorso di Putignano. 24 studenti della Scuola Media “Ruffo” di Cassano delle Murge a seguire il corso. Questi i numeri del terzo incontro educativo che rientra nel progetto P.O.N. mirato all’Educazione Stradale, che ha coinvolto gli studenti di seconda e terza media.

In apertura è stato proiettato il corto metraggio, realizzato da Vivi La Strada, “Voglia di Vivere“. E’ la storia di Mario Mastrochirico che, una sera d’estate, segue i consigli sbagliati di alcuni suoi amici e si trova coinvolto in un gravissimo incidente stradale, rimanendo in coma per 25 giorni e ricoverato 160. Una storia che ha focalizzato l’attenzione su come il soccorso, se effettuato con criterio e professionalità, salva vite umane. Mario  fu soccorso dal dott. Francesco Mastrosimini e dai Vigili del Fuoco del Turno A con il Capo Squadra Antonio Lovece.

Lo spunto giusto per introdurre le tecniche di accettazione di ricovero in pronto soccorso. Giuseppe Marzullo ha condotto i ragazzi in un percorso a loro sconosciuto, dando indicazioni di quanta passione si deve avere per svolgere il lavoro dell’infermiere di pronto soccorso. Bisogna esser pronti a tutto, si deve fare spesso quel sorriso che tranquillizza i parenti ansiosi ed in quei momenti presi dalla tensione, dar loro notizie certe e non nascondere la verità di cosa sta avvenendo.

120 minuti di consigli che un bravo infermiere di “trincea”, o di reparto, ha messo in evidenzia, raccogliendo dai minori un’attenzione inaspettata.

Al termine della lezione a Giuseppe Marzullo è stato conferito un attestato di gratitudine da Vivi la Strada .it, consegnatogli da un docente della media.

© Riproduzione riservata 02 Dicembre 2011