aggiornato il 15/12/2011 alle 9:11 da

Solco incontra suor Romana e annuncia i nuovi progetti

solco_incontra_suor_romana_2solco_incontra_suor_romana_1

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – I suoi ragazzi della Guinea Bissau sono soliti chiamarla “antico combattente”. Di primo impatto, suor Romana Sacchetti, missionaria in Africa da 42 anni, 32 dei quali trascorsi nello stato occidentale del continente, non smentisce e con la sua semplice concretezza rafforza l’immagine. Venerdì 9 dicembre, la missionaria è stata ospite della sala consiliare, in occasione del meeting pubblico organizzato dall’associazione S.ol.co. Onlus. Tante le tematiche trattate. Fra esse sono però emersi tre binari portanti dell’attuale azione solidale dei volontari putignanesi. Il primo riguarda l’ospedale costruito ad Ingorè, oggi bisognoso di un laboratorio analisi. Sul tema è stato fondamentale l’apporto di suor Romana, referente Solco in Guinea e del dott. Angelo Ostuni, socio e volontario. Da gennaio 2011 ad oggi, l’ospedale registra dalle 30 alle 40 nascite al mese e cura anche bambini affetti da malaria, bronchiti e broncopolmoniti. Per sostenere il plesso sanitario, punto di riferimento per molti villaggi, crocevia di un bisogno guineense, Solco ha riproposto il calendario associativo, che nel 2012 si intitola “Sulla strada per Ingorè”. Idea nuova nella raccolta fondi quella delle calamite Solco, magneti decorati con auguri natalizi o pensieri d’Africa. Confluisce nell’intento di potenziare l’ospedale e formare il personale che ci lavorerà, il secondo progetto nascente dell’associazione, denominato “Maria Teresa per Africa”. Ad illustrarlo è stata la socia Etta Polignano, insieme a Gianni Lorusso, marito della donna scomparsa prematuramente. Il progetto intende finanziare gli studi medici e paramedici di giovani meritevoli, che suor Romana individuerà. Un percorso lungo che pone le basi in un “grandissimo cerchio di solidarietà”. Terzo binario progettuale, quello nato dalla collaborazione tra l’associazione e la Mangini SpA. L’azienda ha infatti indetto un concorso internazionale di design per la realizzazione degli arredi dell’asilo di Ingorè, costruito in Guinea grazie a Solco. L’iniziativa è stata illustrata da Teresa Pentimella, Responsabile Pubbliche Relazioni della Mangini SpA. A chiudere il giro delle riflessioni Rosvanna Lattarulo, presidente Solco, Francesca Fanelli, vice e Vito Genco, assessore agli affari sociali.      

Chi fosse curioso di vedere il calendario 2012 “Sulla strada per Ingorè”, disponibile in versione da parete e da scrivania, può farlo domani, venerdì 16 dicembre, dalle ore 19.00 presso la sede associativa in Via Conciliazione 36 a Putignano. I volontari allestiranno poi il 23 e il 24 dicembre uno stand dove sarà possibile trovare anche altri gadget solidali, come le calamite, le magliette, le sacche. “Tanti simpatici oggetti che rappresentano idee regalo solidali da offrire in dono per il prossimo Natale”, dicono gli amici Solco.

© Riproduzione riservata 15 Dicembre 2011