aggiornato il 27/12/2011 alle 16:54 da

Rifiuti: il Comune esclude la Intini, udienza al Tar aggiornata

PUTIGNANO – ditte_gara_rifiutiEra prevista per mercoledì 21 dicembre l’udienza presso il Tar di Bari nella quale si sarebbe discussa la richiesta di sospensiva della gara bandita dal Comune di Putignano per l’affidamento del nuovo servizio di igiene urbana, assegnato in via provvisoria all’Ati composta da Antinia e Avvenire. L’udienza è stata ancora una volta aggiornata, precisamente al 21 gennaio prossimo, ma con delle novità che potrebbero rivelarsi strategiche per il comune. Ricuciamo quanto accaduto. Il primo ricorso è stato avanzato, dopo l’affidamento provvisorio del servizio all’Ati locale, dalla Intini Source Spa di Noci. La ditta chiedeva l’annullamento della gara, previa sospensiva. La richiesta sarebbe stata discussa al Tar in data 6 dicembre scorso, ma il dibattimento fu rimandato perché nel frattempo anche l’Ati Antinia-Avvenire aveva presentato ricorso, questa volta incidentale, contro la Intini. Il secondo ricorso ravvisava l’impossibilità da parte della Intini di accedere alla seconda fase della valutazione delle offerte, perché l’azienda nocese non avrebbe fornito in sede di gara la fideiussione bancaria, documento richiesto da bando. Sulla base di questo ricorso incidentale, il comune ha ritenuto, per difendersi, di annullare in autotutela gli atti precedenti. Su suggerimento dell’avvocato Antonio Pinto, legale rappresentante del Comune di Putignano, è stata prodotta una determina dirigenziale a firma della dott.ssa Scalini con la quale si esclude dalla gara la Intini Source. L’atto è stato depositato al Tar, ciò ha prodotto il rinvio della discussione al 21 gennaio 2012. Il giudice ha concesso questo tempo alla Intini per poter avanzare le proprie osservazioni.

© Riproduzione riservata 27 Dicembre 2011