aggiornato il 09/02/2012 alle 8:50 da

La Querceta sbarca a Norimberga

PUTIGNANO – Querceta-Biofach-12Dal 15 al 18  Febbraio l’Azienda Agricola Querceta sarà a Norimberga per essere uno dei 2315 partecipanti alla più importante fiera internazionale del biologico, il Biofach 2012.

Con l’entusiasmo di sempre Gianluca Gigante, titolare dell’Azienda Agricola Querceta, ci accoglie nella sua azienda, parlandoci innanzitutto delle nuove iniziative in cantiere. Tra queste la principale è la prossima partecipazione al Biofach 2012.

“BioFach è la più importante vetrina internazionale del settore del biologico. Non potevamo che riconfermare la nostra presenza” spiega Gianluca Gigante.

L’azienda Agricola Querceta è una realtà produttiva pugliese che da anni ormai ha abbracciato la filosofia del biologico. “Un tempo biologico era sinonimo di nicchia. Ora, per fortuna, non è più così” spiega Gianluca Gigante che ricorda i tempi in cui si parlava poco di questi metodi produttivi più rispettosi dell’ambiente e della natura.

Coltivazioni che avvengono nel rispetto dei tempi della natura, il rifiuto di pesticidi ed altre sostanze chimiche e allevamenti lasciati allo stato semibrado sono tra i principali pilasti della filosofia Querceta. Quelli che l’azienda, da molti anni, mette in pratica nella campagna pugliese, tra frutteti, ulivi secolari e boschi selvatici dove si erge solitaria la masseria e dove prendono forma i formaggi e le carni biologiche dell’azienda.

Visitare la masseria Querceta è un po’ come ripercorrere un viaggio nel passato, dove si vivono e si tramandano gli antichi saperi e si assaporano i buoni sapori di una volta. E camminando, si possono scorgere in lontananza tanti animali, liberi di muoversi e di alimentarsi di quello che la natura offre loro.

La semplicità e la qualità su cui tante energie investono in casa Querceta a febbraio saranno in vetrina al Biofach 2012: lì l’azienda presenterà il meglio dei propri formaggi, freschi e stagionati, rigorosamente biologici ed una selezione di salumi di alta qualità.

“Essere a Norimberga è per noi ormai un obbligo Perché si tratta della fiera del biologico più rinomata nel mondo e per il grande apprezzamento che il nostro lavoro incontra proprio nel mercato internazionale dove Made in Italy, qualità, certificazione BIO e filiera corta vengono particolarmente apprezzati”.

© Riproduzione riservata 09 Febbraio 2012