aggiornato il 15/11/2012 alle 15:57 da

L’avventura di Elisabeth dal Canada a Putignano

100_9345PUTIGNANO – Una canadese fra i baby putignanesi. E’ l’esperienza che sta vivendo Elisabeth Varma, canadese di Toronto, madrelingua inglese, arrivata da poche settimane in Italia e nello specifico a Putignano per insegnare in una scuola dell’infanzia locale a bambini dai 2 ai 5 anni. Elisabeth già insegnava in una scuola dell’infanzia canadese quando dopo vari contatti telefonici e tramite internet, con Rosalba Bratta, direttrice scolastica della scuola “Qui Quo Qua”, ha ricevuto l’invito ad avviare un corso di inglese a Putignano. Elizabeth ha 27 anni, figlia di padre indiano e madre canadese. “Ci siamo conosciute via e-mail grazie ad un’amica tedesca in comune, il mondo è proprio piccolo! – ci dice la dirigente Rosalba Bratta – Abbiamo iniziato a scriverci e piano piano sono venute fuori le nostre passioni, i nostri interessi rendendoci conto che avevamo molto in comune. Inizialmente ci sembrava un sogno poter fare il bilinguismo nella mia scuola, lei era così lontana! Ma l’amicizia si è fatta sempre più forte ed entrambe abbiamo preso il coraggio a due mani e ci siamo dette “gooooo”!”.

“Ero già stata in Italia per vacanza ma mai per lavoro, per me è importante vedere come funziona la scuola dell’infanzia italiana”, a parlare, in un italiano così così, è Elisabeth. Il suo italiano stentato però non è un problema, anzi. In classe con i bimbi si parla per il 90% in inglese ed “Elisabeth insegna l’inglese agli alunni e loro insegnano a lei l’italiano”, riferisce la Bratta. Il progetto si chiama “Bilingue per gioco” ed intende portare, proprio attraverso il gioco e il confronto spontaneo, l’inglese nella vita dei baby putignanesi che proprio in questa fascia di età sono maggiormente ricettivi. E’ trascorsa appena una settimana dall’inizio del progetto ma l’esperimento sembra già riuscito. “Elisabeth passa ogni giorno un’ora in tutte le classe e resta a scuola fino alle 14, pranza anche con noi, quindi è una presenza costante nella vita dei nostri bambini”, spiega Rosalba Bratta “ed anche noi insegnanti, grazie alla sua presenza, abbiamo iniziato a dire qualche parolina in inglese”.

Prosegue la dirigente: “La sua presenza nella scuola è una risorsa per tutti, i genitori l’hanno accolta in modo splendido, alcuni si sono proposti di ospitarla. Elizabeth è una ragazza davvero in gamba, non si spaventa del nuovo, è molto curiosa e adora la cucina italiana! La considero una grande risorsa per tutti noi!”.

Per il momento la maestra Elisabeth ha un visto turistico di tre mesi ma considerando il successo del progetto – supportato interamente dai genitori -, presto si avvieranno le pratiche con il consolato canadese, per la sua presenza a Putignano e fra i piccoli alunni della “Qui Quo Qua” per l’intero anno.

© Riproduzione riservata 15 Novembre 2012