aggiornato il 19/11/2012 alle 14:43 da

Giornata in ricordo delle vittime della strada, messa a S. Domenico

PUTIGNANO – Vivilastrada.it ha chiamato a raccolta tutti gli operatori del soccorso e delle forze dell’ordine, le autorità locali e soprattutto le famiglie che soffrono la perdita di un congiunto a causa di sinistri stradali. E’ avvenuto in occasione della Giornata Mondiale in Ricordo di Tutte le Vittime della strada. Domenica mattina presso la chiesa di San Domenico, don Peppe Recchia ha celebrato una messa in suffragio delle vittime di incidenti stradali. Una messa per ricordare, sensibilizzare e lenire le sofferenze dei familiari.

Particolarmente significativo è stato il momento dell’offertorio durante il quale i familiari di vittime della strada hanno consegnato nelle mani del sacerdote alcuni simboli della sicurezza stradale ma anche tanti simboli e testimonianze di vita. Ricordare serve infatti ad evitare che altre tragedie possano verificarsi, senza che sia lo spirito di vendetta a prevalere nei cuori di chi resta. Uno sforzo non facile ma portato avanti con costanza e grande sforzo da parte dei volontari di Vivilastrada.it, associazione no profit da anni impegnata sul territorio.

La solenne celebrazione di domenica è stata preceduta, sabato pomeriggio, da una lezione formativa in parrocchia dedicata ai ragazzi del catechismo e ai loro genitori. Nonostante la presenza non sia stata massiccia come nelle speranze degli organizzatori, i presenti hanno potuto ascoltare dalle parole di Tonio Coladonato, responsabile relazioni esterne del sodalizio Vivilastrada.it, e dall’esperienza diretta testimoniata da Piero Console, vittima lesa in un incidente stradale, utili consigli per allontanare il più possibile i rischi di un sinistro stradale. Inoltre la laureanda Mirosa Trentadue che preparato una tesi sul comportamento dei giovani rispetto al consumo di alcool, ha presentato i dati più significativi della sua indagine mostrando quali sono i danni reali causati dall’uso di sostanze alcoliche, una vera e propria droga perché genera dipendenza fisica e psichica.

(foto vivilastrada.it)

messa_a_S._Domenico2messa_a_S._Domenico4messa_a_S._Domenicomessa_a_S._Domenico5messa_a_S._Domenico6messa_a_S._Domenico3

© Riproduzione riservata 19 Novembre 2012