aggiornato il 05/01/2013 alle 7:49 da

E’ partito il porta a porta ma 8 operatori ecologici sono senza lavoro

PUTIGNANO – Il 1 gennaio è partito nel centro storico il servizio di igiene urbana porta a porta. Alcuni cittadini non si sono ancora adeguati, ma ormai ci siamo. Nonostante ciò emergono difficoltà di organizzazione legate alle problematiche economiche della ditta Avvenire che compone, con Antinia, l’Ati che ha vinto l’appalto per il nuovo servizio di igiene urbana. Molti operatori ecologici non avrebbero ancora ricevuto la tredicesima mensilità e a ciò si aggiungono le difficoltà di otto dipendenti dell’Avvenire che a nuovo anno sarebbero dovuti trasmigrare in Antinia per la gestione del porta a porta. In realtà però dal 1 gennaio questi otto operatori ecologici non risultano più dipendenti dell’Avvenire ma non sono nemmeno stati assorbiti da Antinia. In poche parole si sono ritrovati senza lavoro e temono per il proprio futuro. Per capire le ragioni di questa situazione, nei giorni scorsi in Comune gli operatori si sono rivolti al sindaco che ha dato garanzie di pronta risoluzione dell’empasse. Il Comune di Putignano in data 2 gennaio ha inviato all’Ati Antinia-Avvenire un richiamo ufficiale firmato dalla dirigente della IV Ripartizione, dott.ssa Maria Teresa Scalini e oggi, sabato 5 gennaio, ci sarà un incontro tecnico a cui parteciperanno i rappresentanti di Antinia e di Avvenire per discutere anche dei mezzi previsti dal capitolato e non ancora nella disponibilità delle ditte.

porta_a_porta_1porta_a_porta_2

© Riproduzione riservata 05 Gennaio 2013