aggiornato il 26/04/2012 alle 11:59 da

750 studenti hanno ringraziato Vivi la Strada.it

PUTIGNANO – Si è concluso, a Santeramo in Colle, il percorso informativo durato quattro mesi che ha visto impegnati il Comando di Polizia Municipale di Santeramo in Colle, con il Magg. Mario Santoro e l’agente Leo Giuseppe, e l’associazione “Vivi la Strada .it” che ha concluso con tre lezioni mirate alla divulgazione della cultura per la sicurezza stradale, del buon comportamento per rispettare le regole, a voler bene alla propria vita e rispettare quella altrui.

Circa 750 gli studenti delle classi medie e superiori a cui si sono aggiunti anche i genitori dei minori della Scuola Media “San Giovanni Bosco”, diretti dalla dirigente Rosa Scarcia.

E’ stato un bel percorso formativo e costruttivo che ha visto impegnati, altresì, Carabinieri, Vigili del Fuoco di Bari e Altamura, Operatori del 118 di Bari e soccorritori della Onlus di Gioia Soccorso, neuropsicologi e Polizia Locale, l’agente Leo ha preparato i ragazzi formandoli al rispetto del codice della strada. In questo percorso gli studenti hanno partecipato attivamente ed hanno svolto degli elaborati coinvolgendoli ad un concorso con premiazione.

Il 24 aprile “Vivi la Strada .it” ha chiuso il progetto con una lezione diversa dal solito, introducendo una futura laureanda, la Signora Mirosa Trentadue, putignanese, che produrrà la tesi di laurea puntando sul consumo di alcol tra i giovani, conseguenze di malattie, conseguenze immediate derivanti lo “sballo” come l’incidente stradale.

Gli studenti avevano precedentemente compilato un questionario e con l’aiuto di diapositive si sono appresi i risultati: tanti di loro non sanno che l’alcol è la prima CAUSA DI MORTE in Italia (25.000 ogni anno le vittime dell’alcol) ed anche la prima droga “legalizzata”.

L’intervento di Piero Console, educatore e vittima lesa, ha testimoniato sui problemi precedentemente trattati, l’esempio lampante dei problemi derivante l’uso di alcol.

Piero ha spiegato agli studenti che l’alcol è una “Brutta Bestia” e ci vuol poco per diventare dipendenti, “ECCO COME MI SONO COMBINATO IO” ha continuato Piero, i disagi sono tantissimi; problemi nel camminare, perdita di lavoro, mancanza di una fidanzata e ricerca degli amici che prima si avevano e subito dopo l’incidente si sono dileguati. Piero continua dicendo: “Pensateci bene prima di fare il “pieno di alcool”, ricordatevi di Me!!”.

La lezione si è conclusa, all’esterno dell’istituto, con una dimostrazione pratica di soccorso con finti feriti, ma con veri soccorritori! I Vigili del Fuoco di Altamura e Bari, alla presenza dell’Ispettore Giuseppe Conticchio, soccorritori sanitari della Onlus Gioia Soccorso, Croce Rossa e associazioni di protezione civili locali. Si è simulato un sinistro stradale tra auto e moto con tre feriti, con l’arrivo sul posto dell’auto medica, ambulanze e Vigili del fuoco, è stato spiegato dettagliatamente come viene messo in sicurezza il perimetro dell’incidente, le manovre di soccorso di ogni singolo operatore che collabora a salvare vite umane.

Quindi i soccorritori hanno mostrato i mezzi in loro dotazione.

Tanta simpatia e attenzione ha attirato un giovane studente che si è vestito da pompiere ed ha condotto le operazioni d’intervento in sinergia con l’Ispettore Conticchio.

La dirigente Rosa Scarcia, il Comandante Magg. Mario Santoro, l’Ispettore Conticchio si sono congratulati con gli studenti per la loro EDUCAZIONE e per l’attenzione dimostrata.

Immancabili applausi e foto di gruppo.

(foto vivilastrada.it)

 

vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_27vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_18vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_42vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_3vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_39vivilastrada-24.4.2012-lezione_cultura_della_sicurezza_stradale_a_SANTERAMO_n_Colle_40

© Riproduzione riservata 26 Aprile 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *
Nome
Email *
Sito web