aggiornato il 02/03/2013 alle 8:41 da

Centro comunale di raccolta rifiuti, è pronto a metà

PUTIGNANO – Si è svolta martedì mattina la consegna formale del nuovo centro comunale di raccolta rifiuti, sito nei pressi di via Alberobello, dall’Ato Ba/5 al?Comune di Putignano. La consegna formale è stata preceduta in mattina da un sopralluogo al quale hanno preso parte il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio nella veste di commissario liquidatore dell’ente consortile, l’assessore all’ambiente del Comune di Putignano Dino?Angelini, la dirigente della IV Ripartizione dott.ssa Maria Teresa Scalini, i rappresentanti della ditta esecutrice ed il direttore dei lavori e progettista ing. Giuseppe Velluzzi, ed i funzionari dell’Utc. Mentre gli operai dell’impresa eseguivano interventi urgenti di ripristino dell’asfalto che in alcuni punti aveva già ceduto con conseguenti allagamenti, siamo stati guidati ad una visita del sito. Pronte le due aree di raccolta rifiuti con i grossi raccoglitori divisi per materie di conferimento. Il centro è dotato inoltre di una zona di identificazione utenti e pesatura dei rifiuti con servizi igienici per l’utenza e docce per il personale. C’è anche un laboratorio della differenziata, con impianto fotovoltaico sul tetto, che permetterà di ospitare circa due scolaresche per incontri formativi e di sensibilizzazione sul ciclo dei rifiuti. Infine nell’area è presente una zona di conferimento rifiuti Raee (elettronici) anche se al momento abbiamo trovato solamente una pensilina (visto il finanziamento ad hoc ricevuto per il progetto crediamo – speriamo -che la zona non sia stata ancora attrezzata). L’intera area è munita di sistema di video sorveglianza con telecamere.

Il nostro occhio cade però sui numerosi alberi di pino piantumati tutt’attorno al centro di raccolta e all’interno delle aiuole che delimitano le zone di transito veicoli e parcheggio. Ben conoscendo i pini ed i problemi che crescendo causano per il fatto di avere radici molto superficiali che sollevano asfalti e rovinano pavimenti, chiediamo al direttore dei lavori come mai la scelta è caduta su questi alberi. “Non mi risulta creino questi problemi – ci risponde l’ingegnere – ma per il momento sono piccoli, se mai quando cresceranno bisognerà sostituiti”. Non sarebbe stato meglio pensarci prima? Ribattiamo. Interviene l’assessore Angelini che condivide i nostri dubbi e taglia corto dicendo: “sicuramente li sostituiremo presto”.

La consegna da parte dell’Ato al Comune del centro rifiuti non rende però automatica la disponibilità del sito all’Ati Antinia-Avvenire per l’avvio del servizio di raccolta “porta a porta” su tutto il territorio comunale. Il centro è infatti ancora – incredibilmente – senza l’allaccio dell’elettricità e dell’acqua.

raccolta 1raccolta 2raccolta 3

© Riproduzione riservata 02 Marzo 2013