aggiornato il 26/04/2013 alle 17:00 da

Cardiologia a rischio chiusura, presto un sit-in a Bari

incontro_su_cardiologiaPUTIGNANO – Dopo i tagli ai posti letto per il reparto di Cardiologia di Putignano c’è il concreto rischio di chiusura se diventasse realtà il presunto ridimensionamento del personale infermieristico. Al momento il reparto ha 8 posti letto mentre l’unità di terapia intensiva coronarica ne conta 4 pur arrivando generalmente a 6/7 con l’uso di barelle. Nonostante questi numeri ed il fatto che si parli di un reparto in cui in gioco è la vita o la morte, secondo indiscrezioni ancora non confermate, il personale infermieristico a breve sarà ridotto della metà consentendo per ogni turno la sola presenza di due infermieri: uno in reparto e l’altro nell’Utic. La situazione nel concreto renderebbe impossibile la gestione dei pazienti e delle eventuali emergenze.
La situazione preoccupa e non poco il personale del reparto che martedì sera ha partecipato in massa all’incontro convocato da Vito Valentini nella  veste di presidente del Comitato intercittadino per la difesa dell’ospedale territoriale Santa Maria degli Angeli di Putignano. All’incontro è intervenuto anche il sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis, assenti giustificati invece gli altri sindaci del circondario che aderiscono al comitato.
Le azioni proposte per tentare di frenare questo ulteriore tentativo di scippo ai danni del nostro ospedale, dovrebbero passare per un doppio binario: una manifestazione di protesta pubblica di fronte alla sede della Regione Puglia a Bari su iniziativa del Comitato; e quella delle vie istituzionali preferita dal sindaco De Miccolis nella sua veste di primo cittadino.

© Riproduzione riservata 26 Aprile 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *
Nome
Email *
Sito web