aggiornato il 04/05/2013 alle 7:14 da

Ospedale a rischio chiusura, una mamma disperata

ospedaleputignanoPUTIGNANO – Porta la data del 29 aprile l’ultima delibera regionale di riorganizzazione della rete ospedaliera che prevede ulteriori tagli per il nostro presidio. Come temuto dal Comitato intercittadino di difesa del Santa Maria degli Angeli presieduto da Vito Valentini, la delibera ha declassato il laboratorio analisi del Santa Maria degli Angeli, da struttura complessa a struttura semplice, e l’accorpamento dei reparti di Geriatria e Medicina (senza considerare che la medicina già ospitava 5 posti di Nefrologia).
Intanto è emergenza anche per la Risonanza Maghetica guasta dal febbraio 2012. Cittadinanzattiva-Tribunale del Malato lo scorso 24 aprile ha scritto ai vertici della Regione Puglia e della Asl, allegando la lettera disperata di una utente. Nella lettera la donna spiega: “Mia figlia xxxx deve effettuare l’esame con urgenza e tempestività richiesta dalla remautologa”, eppure “dopo varie indagini, né le strutture pubbliche né quelle convenzionate forniscono tale servizio, tranne il policlinico e il S. paolo con date bloccate fino ad aprile 2014”. L’accorato appello della mamma termina con “chiedo un vostro intervento affinché mia figlia possa al più presto effettuare queste risonanze di vitale importanza”.

Nella lettera  si ricapitolano i fatti: “Mia figlia xxxx deve effettuare l’esame con urgenza e tempestività richiesta dalla remautologa”, eppure “dopo varie indagini, né le strutture pubbliche né quelle convenzionate forniscono tale servizio, tranne il policlinico e il S. paolo con date bloccate fino ad aprile 2014”. L’accorato appello della mamma termina con “chiedo un vostro intervento affinché mia figlia possa al più presto effettuare queste risonanze di vitale importanza”.

© Riproduzione riservata 04 Maggio 2013