aggiornato il 13/06/2013 alle 9:28 da

Madonna del Carmine, la crisi blocca i festeggiamenti civili

confraternita_carmine_putPUTIGNANO – In segno di rispetto per il grave momento di crisi che stanno attraversando i commercianti e moltissime famiglie di Putignano alle prese con il lavoro che manca, la Confraternita del Carmine ha deciso di rinunciare per quest’anno alla consueta questua e quindi all’organizzazione dei festeggiamenti civili in onore della Madonna del Carmine. La festa del 20-21-22 luglio quindi sarà caratterizzata esclusivamente dai riti religiosi. Il ricavato delle offerte spontanee offerte alla Confraternita sarà invece devoluto totalmente all’aiuto di famiglie putignanesi in grave difficoltà economica che saranno segnalate dalla Caritas o dai servizi sociali del Comune. Di seguito il comunicato ufficiale diffuso dalla Confraternita:

 

 

FESTEGGIAMENTI 2013 IN ONORE DI MARIA SS. DEL CARMINE… TRA SOBRIETA’ E NOVITA’

Cari concittadini/e,

Il momento di difficoltà economica che anche la nostra cittadina sta vivendo certamente non è sfuggito alla Confraternita Maria SS. del Carmine, che anche quest’anno provvede alla organizzazione dei festeggiamenti in onore della Sua Titolare per il prossimo Luglio.

Lo stile non può che essere quello della sobrietà: che nel nostro caso significa non rinunciare alla Festa tanto attesa dai devoti della Madonna del Carmine e da tutti i concittadini, ma pensarla con spirito umile che porta al rinnovamento.

Quindi domenica 21 luglio alla sera non mancherà la processione di gala ed il lunedì successivo la tradizionale processione con “l’immagine della sera” della Madonna del Carmine, titolare della Confraternita: con esse la Confraternita vuole rinnovare il sentimento di devozione e di affidamento della popolazione alla nostra protettrice.

La sobrietà invece, cui ci conduce il momento di difficoltà economica che caratterizza il tempo attuale e che rende poco sereno lo stile di vita di molte famiglie, ha indotto noi organizzatori a ripensare ai contenuti civili della Festa: anche qui senza rinunciare a quel minimo che, con la massima discrezione, possa richiamare l’attenzione della popolazione conservando un’antica tradizione.

Quali le novità: si è deciso di eliminare lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, l’installazione delle luminarie sul corso cittadino e il tradizionale appuntamento canoro.

Pertanto quest’anno non ci sarà la tradizionale questua, il contatto persona per persona, negozio per negozio che caratterizzala raccolta dei fondi ma ciò non significa impossibilità per i cittadini di contribuire.

Infatti quest’anno abbiamo deciso di realizzare in nome di Maria e dello spirito di mutuo soccorso che anima una Confraternita un progetto dal forte impatto sociale:

devolvere il ricavato  a quante più famiglie Putignanesi possibili, individuate su segnalazione degli organi preposti, affinché possano godere di piccole gioie, come buoni spesa,sostegni economici a fini scolastici ecc.

Fermamente convinti che la beneficenza non dev’essere richiesta né quantificata, ma dev’essere un gesto spontaneo e proporzionato in base alle proprie possibilità, invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare.

Le libere offerte saranno dunque versabili alla sede della Confraternita in L.go S.Lucia 110 (nei pressi del “ Bobo’s ”) ogni giorno a partire dal 1° Luglio 2013, come anche attraverso un offertorio posizionato nella chiesa dal Carmine per tale iniziativa.

 Ci è sembrato giusto quindi comunicare  questa iniziativa e renderla nota a tutta la cittadinanza…con l’impegno di trarre anche dal poco il meglio…senza far morire la tradizione…

PIERO GIOTTA

Presidente Confraternita del Carmine

© Riproduzione riservata 13 Giugno 2013