aggiornato il 25/11/2013 alle 16:49 da

Scopriamo il nuovo liceo Majorana-Laterza

20131102 115137PUTIGNANO – “I lavori del nuovo liceo di strada comunale Foggia La Rosa sono in dirittura d’arrivo e durante le vacanze di Natale si procederà al trasloco”. A confermarlo è il consigliere provinciale Marco Galluzzi che ha visitato il cantiere assieme all’ingegner Cagnetta e ai rappresentati locali di Fratelli d’Italia. “Ho potuto verificare – ha puntualizzato il consigliere – che gli interni sono ormai praticamente completi, mentre mancano le rifiniture degli esterni e dei marciapiedi. Ora sarà la commissione di collaudo a valutare tutto, ma nell’arco di una decina di giorni il parere dovrebbe essere pronto”. Terminata l’acquisizione degli arredi, si procederà al trasloco che sarà affidata attraverso una gara ad un’azienda convenzionata. La nuova struttura, che ospiterà gli studenti del liceo Majorana Laterza, consta di 45 aule studiate per una capienza massima di 25 alunni e dislocate al primo piano. Nel complesso quindi la scuola potrà ospitare oltre un migliaio di studenti (circa 200 in più di quelli iscritti attualmente). Al piano terra sorgeranno invece gli uffici e gli spazi comuni: presidenza, sala professori, biblioteca, bar e area ristoro (predisposta per un’eventuale utilizzo come mensa). Ma a stupire è soprattutto l’esterno. Grazie ad alcuni fondi specifici, infatti, la Provincia ha potuto dotare ilpista datletica esterna nuovo edificio scolastico di una pista d’atletica e di un’area attrezzata per il salto in alto. Spazi, questi, che potrebbero in un secondo momento essere dati in affidamento ad associazioni o società sportive nella prospettiva di far rinascere l’atletica a Putignano. Ma a caratterizzare l’esterno è soprattutto la presenza dei muretti a secco e di un casolare lasciato intatto, che intervallano gli spazi sportivi. “Si tratta – ha precisato Cagnetta nel corso del sopralluogo – di un vincolo posto dalla commissione paesaggistica. Probabilmente si ricorda la violenta alluvione che circa sei anni fa porto all’allagamento di questa lama. Effettivamente la presenza di questi muretti permise di filtrare l’acqua e scongiurare danni maggiori”. Ma fiori all’occhiello della nuova struttura sono soprattutto la palestra e l’auditorium. Realizzati entrambi con i migliori materiali e controsoffitto in legno per una migliore diffusione dell’audio, rappresentano le parti più innovative di questa struttura. In particolare l’auditorium, dotato di un ingresso indipendente, grazie al quale sarà possibile organizzare spettacoli ed eventi anche in orari extra scolastici. La nuova struttura si pone inoltre all’avanguardia anche dal punto di vista energetico: è dotata di pannelli fotovoltaici collegati all’impianto di riscaldamento degli ambienti e dell’acqua sanitaria.

© Riproduzione riservata 25 Novembre 2013