aggiornato il 10/03/2014 alle 14:45 da

Sindaco multato per il parcheggio sul posto disabili, fa ricorso e non paga

parcheggio disabili comunePUTIGNANO – Poco più di un mese fa, esattamente a fine gennaio 2014, in occasione dei festeggiamenti per S. Sebastiano, patrono dei vigili urbani, il sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis, spalleggiato dal suo vice Dino Angelini, invitava gli agenti di Polizia Municipale ad essere intransigenti su chi parcheggia in corrispondenza di scivoli e posteggi riservati ai disabili o ostruisce gli attraversamenti pedonali. Violazioni particolarmente “odiose” secondo il primo cittadino perché creano disagio alle fasce più deboli della popolazione: diversamente abili, mamme con carrozzini, pedoni, bambini e anziani. Desta quindi in noi e immaginiamo in molti nostri concittadini, grande sorpresa scoprire che le parole a volte non corrispondono ai fatti. La mattina di martedì 16 aprile dello scorso anno il sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis è stato multato dagli agenti della Polizia Municipale per aver parcheggiato la sua auto privata, una Peugeot 307 station wagon, intestata alla moglie, su uno spazio riservato ai portatori di handicap in via Matteotti, vicino al municipio. Contro il sindaco è stata elevata una multa di 84 euro con sottrazione di due punti dalla patente di guida. Sbagliare è umano ed anche il sindaco, probabilmente per la fretta di partecipare ad incontri in Comune, ha trasgredito alle norme del codice della strada. E qui la sorpresa: invece di pagare la multa, chiedere scusa, e ovviamente non ripetere l’errore, il sindaco ha presentato ricorso prima al Prefetto e poi al Giudice di Pace. Il Prefetto con atto del 24 settembre 2013 ha rigettato l’opposizione. Diversamente ha fatto invece il Giudice di Pace. Durante il procedimento aperto davanti al Giudice di Pace di Putignano, a favore della tesi del sindaco, che ha dichiarato di aver parcheggiato in zona riservata ai disabili per pochi minuti a causa di impellenti esigenze istituzionali che richiedevano la sua presenza in Comune a fronte della difficoltà di trovare altro posteggio, sono state presentate delle osservazioni da parte del Comando della Polizia Municipale del Comune di Putignano. Controdeduzioni che dando ragione al sindaco, hanno in pratica delegittimato l’operato degli agenti. La sentenza del Giudice di Pace di Putignano, avv. Francesca Verola, è arrivata nei giorni scorsi, dopo la pubblica udienza svoltasi il 7 febbraio scorso, ed è stata favorevole al nostro primo cittadino che quindi non dovrà pagare nulla per aver posteggiato la sua auto in zona riservata ai disabili, né subire penalità sulla patente.

In occasione della festa di S. Sebastiano del 2013, il sindaco De Miccolis si era espresso con queste parole: “siamo di fronte alla schizofrenia dei cittadini che da una parte chiedono rigore ed intransigenza in generale e dall’altra parte esigono tolleranza per se stessi”. 

In edicola sul settimanale Fax, il testo integrale della sentenza del Giudice di Pace e le giustificazioni del sindaco.

© Riproduzione riservata 10 Marzo 2014