aggiornato il 17/06/2014 alle 12:36 da

Bancarotta fraudolenta, due arresti

guardia-di-finanza-genericaPUTIGNANO – Nella giornata di oggi militari dalla Guardia di Finanza – Nucleo di Polizia Tributaria di Bari hanno eseguito l’ordinanza di applicazione di misure coercitive emessa su richiesta di questa Procura, nell’ambito del procedimento n. 3999/2012 r.g.n.r., dal G.I.P. del Tribunale di Bari dott. MARRONE il12 giugno 2014 nei confronti di RITELLA Francesco (custodia cautelare in carcere) e SISTO Carmela (arresti domiciliari) per il delitto di bancarotta fraudolenta, anche impropria, connesso ad attività di distrazione di attività/beni di I.L.C.A.M – INDUSTRIA LAVORAZIONE CARNI MERIDIONALE s.p.a., sede legale in Bari e stabilimento in Valenzano, società in liquidazione dal 18 ottobre 2006 di cui è attualmente liquidatore la stessa SISTO Carmela, in precedenza amministratore unico.
Con lo stesso provvedimento il G.I.P. del Tribunale di Bari ha disposto:
– il sequestro preventivo delle quote sociali di COURT ESTATE s.r.l. fino all’ importo
di euro 4.176.923,00
– il sequestro preventivo per equivalente fino alla somma di euro 8. 612.234,00 sul patrimonio mobiliare ed immobiliare nella disponibilità di SICOLO Giovanni, CARDILLI Daniele, SISTO Silvio, DI FEDE Giuseppe, LOP ARCO Leonardo, COLONNA Angelo Rocco, RICCI Antonio, RITELLA Vincenzo, RITELLA Giovarmi e C.D.I. s.r.l., con conseguente nomina di un amministratore giudiziario/custode.
La misura è stata richiesta da questa Procura della Repubblica in seguito ad una prolungata e complessa attività d’ indagine, articolatasi anche attraverso l’ acquisizione di documentazione contabile e bancaria, che ha accertato la preordinata attività di spoliazione del patrimonio
aziendale di I.L.C.A.M – INDUSTRIA LA V ORAZIONE CARNI MERIDIONALE s.p.a.
– società formalmente amministrata da SISTO Carmela, ma di fatto gestita da RITELLA Francesco – eseguita, a partire dali’ anno 2002 e protrattasi ininterrottamente almeno fino all’anno 2006, mediante numerosi e sistematici prelievi di denaro dai conti correnti – in contante o
con assegni bancari, ammontanti complessivamente ad euro 25.174.010,00
– non giustificati da alcuna causale economico-commerciale, che costituiscono condotte di trafugamento e/o diminuzione fraudolenta dell’attivo.

I consistenti flussi di denaro – secondo la ricostruzione accusatoria – sono stati conferiti per la massima parte in KENTRON s.r.l.u., sede in Putignano (società anch’ essa gestita di fatto da RITELLA Francesco) attraverso la controllante/socio unico COURT ESTATE s.r.l. (società
costituita il 19 giugno 2002, partecipata fino al mese di luglio 2006 dalla stessa SISTO Carmela, attualmente amministrata da LOPARCO Leonardo ma gestita ancora di fatto dallo stesso RITELLA Francesco).
Questa Procura, ai sensi dell’ art. 7 R.D. 16 marzo 1942 n. 267 (c.d. legge fallimentare) ha richiesto, nel mese di novembre dello scorso anno, al Tribunale di Bari di dichiarare il fallimento di I.L.C.A.M – INDUSTRIA LAVORAZIONE CARNI MERIDIONALE s.p.a. avendo riscontrato – oltre alle condotte sopra specificate – anche il grave stato di insolvenza della società.
Alle persone di SICOLO Giovanni, CARDILLI Daniele, SISTO Silvio, DI FEDE Giuseppe, LOPARCO Leonardo, COLONNA Angelo Rocco, RICCI Antonio, RITELLA Vincenzo, RITELLA Giovanni sono ascritte condotte di riciclaggio, avente quale reato presupposto quello di bancarotta fraudolenta configurato nei confronti di RITELLA Francesco, SISTO Carmela e del funzionario di banca AMBRUOSI Filippo.
Sempre nella giornata di oggi militari del Comando Nucleo Polizia Tributaria di Bari hanno eseguito- nell’ ambito di altro separato procedimento penale, recante il n. 9376/2013 r.g.n.r. il decreto di sequestro preventivo emesso il dal G.I.P. del Tribunale di Bari dott. MARRONE il 16 giugno 2014 relativo a: quote sociali di COURT ESTATE s.r.l. nella titolarità/disponibilità di LOPARCO Leonardo e di L2 COSTRUZIONI LOPARCO s.r.l. denaro, titoli e conti correnti per il complessivo imp01to di euro 4.154.573,00 nella disponibilità/titolarità di RITELLA Francesco, T ANNOIA Francesco Paolo, SISTO Carmela, LOPARCO Leonardo, COLONNA Angelo Rocco e LOPARCO Vita, con
vincolo solidale per RITELLA Francesco e T ANNOIA Francesco Paolo.
In quest’ultimo procedimento – nel quale sono stati accertati, oltre a re~ti tributari riferibili agli amministratori di KENTRON s.r.l.u. succedutisi nel tempo (COLONNA Angelo Rocco e TANNOIA Francesco Paolo, con RITELLA Francesco quale amministratore/gestore di fatto) anche recenti condotte di depauperamento/spoliazione del patrimonio aziendale di KENTRON s.r.l.u., con’-‘ conseguente configurazione del delitto di appropriazione indebita aggravata continuata ascritto a RITELLA Francesco, SISTO Carmela, TANNOIA Francesco Paolo, COLONNA Angelo Rocco, LOPARCO Leonardo e LOPARCO Vita- era stato già emesso da questa Procura il l 0 aprile 2014 decreto di sequestro preventivo d’ urgenza, convalidato dal G.I.P. del Tribunale di Bari, di somme depositate su conti correnti e depositi bancari, di titoli e disponibilità di cassa di KENTRON s.r.l.u., società accreditata al Servizio Sanitario Regionale che gestisce il presidio/struttura “Giovanni Paolo Il” autorizzato all’erogazione di prestazioni in regime di convenzione.

© Riproduzione riservata 17 Giugno 2014

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento