aggiornato il 03/11/2014 alle 10:03 da

Il giallo dei pulmino per i servizi sociali

PUTIGNANO – Ha donato diverse migliaia di euro per l’acquisto di alcuni spazi pubblicitari su un pulmino adibito al trasporto di persone diversamente abili, ma del mezzo non c’è nessuna traccia. A buttare delle ombre sul progetto di “Mobilità gratuita” avviato nel 2013 dalla Pmg Italia con il Comune di Putignano è Mimmo Egizio, titolare del biscottificio Farinella. Nel pomeriggio di giovedì, Egizio ha chiesto un incontro con la stampa per spiegare cosa è accaduto. Come dimostra la richiesta di adesione (in foto), a marzo scorso l’imprenditore era stato contattato dal Comune per partecipare al progetto. “Questa amministrazione comunale – si legge nel documento, a firma dell’allora assessore ai Servizi Sociali, Vito Genco, e del sindaco, Gianvincenzo Angelini De Miccolis, – al fine di fornire una risposta alla crescente domanda di mobilità da parte di cittadini svantaggiati in ragioni di condizioni fisiche ed economico-familiari, per raggiungere centri socio sanitari, specialistici e comunque di interesse collettivo, ha aderito fino dal 2006 al Progetto che consentiva a questo ente di utilizzare in comodato d’uso un automezzo finanziato dalla raccolta di inserzioni pubblicitarie di aziende locali”. Il Comune si impegnava quindi all’acquisto di uno Scudo Fiat 9 posti, tramite il “rinnovo del contratto con la Pmg Italia”. All’imprenditore veniva inoltre prospettato un “ritorno d’immagine”. A seguito di questa proposta, l’imprenditore  Mimmo decideva di donare la cifra complessiva di 2.300. Ma quel pulmino, in realtà, non è mai arrivato. Egizio avrebbe quindi chiesto spiegazioni all’azienda, la quale gli avrebbe risposto che “il mezzo non è mai arrivato perché non si è raggiunto il budget”. Risposta che ovviamente non ha soddisfatto l’imprenditore, il quale ha deciso di rivolgersi anche Comune di Putignano. Ma neanche l’ufficio ha saputo fornire motivazioni esaustive. Quelle stesse motivazioni che ora ci aspettiamo anche noi.

 

pulmino disabili

© Riproduzione riservata 03 Novembre 2014