aggiornato il 24/02/2015 alle 18:13 da

Botte e insulti razzisti all’uscita da scuola: due 13enni aggrediscono due 12enni rumene

carabinieri volantePUTIGNANO – Spintoni, offese e insulti a sfondo razziale fra adolescenti. Il fatto si è verificato lo scorso venerdì all’uscita di una scuola media putignanese. Da una parte un ragazzo e una ragazza di appena 13 anni, i presunti autori dell’aggressione. Dall’altra due ragazzine di nazionalità rumena di un anno più piccole, le vittime. Non è chiaro quale sia stato il motivo del litigio, né come si siano svolti realmente i fatti. Di certo, al momento, c’è solo il racconto fatto dalle due ragazzine spaventate ai propri genitori, una volta rientrate a casa. Genitori che hanno deciso poi di denunciare tutto alla locale stazione dei carabinieri. Stando al racconto delle due vittime, il ragazzo e la ragazza le avrebbero raggiunte e avrebbero iniziato a offenderle, fino a tirare in ballo anche la loro diversa etnia. I baby-bulli, inoltre, avrebbero colpito le due ragazzine anche con calci e pugni. Poi, per evitare che una delle due cercasse aiuto e chiamasse i genitori, le hanno sottratto il cellulare, restituendoglielo solo dopo l’aggressione. I carabinieri hanno raccolto la denuncia dei genitori ma, trattandosi di minori di 14 anni, gli autori del presunto pestaggio non sono imputabili. I militari hanno dunque segnalato l’episodio all’autorità giudiziaria del Tribunale per i Minorenni di Bari. Del caso sono stati informati anche i servizi sociali del Comune e le autorità scolastiche perché possano prendere eventuali provvedimenti.

© Riproduzione riservata 24 Febbraio 2015