aggiornato il 23/04/2012 alle 7:48 da

12 anni di attesa per un loculo al cimitero

PUTIGNANO – cimiteroSono esattamente 790 le richieste di loculi regolarmente protocollate al Comune ed inserite nel registro telematico del cimitero. In realtà il numero potrebbe però essere anche superiore in quanto sino ad oggi sono state trasmesse nel registro ufficiale solo le richieste giunte in Comune fino a settembre 2011. Se negli ultimi mesi dello scorso anno e nei primi di questo fossero giunte, come è probabile che sia, altre domande di concessione di loculi il dato sarebbe ben superiore.

Di queste 790 domande pendenti e quindi in attesa di una risposta dall’ente, la prima risale addirittura all’11 aprile 2000: quindi in 12 anni di attesa il Comune non è stato in grado di soddisfare la richiesta del cittadino che vorrebbe l’uso di un loculo per un proprio defunto. Nello stesso tempo è evidente che di “eccezioni” alla graduatoria in questi 12 anni ne sono state fatte molte e che la lista evidentemente non era ritenuta così vincolante (vedi caso “tomba per due”).

Si potrà finalmente uscire dalla lista d’attesa solo nel momento in cui saranno realizzati e resi disponibili i nuovi loculi previsti dal progetto di ampliamento del cimitero, predisposto dalla ditta privata che ha la gestione del “campo santo”, ed attualmente ancora all’attenzione dell’amministrazione comunale. Comprensibilmente bisognerà aspettare molti anni prima di poter avviare e quindi ultimare l’opera di ampliamento e nel frattempo la lista non potrà far altro che allungarsi.

In realtà nella zona esistente alcuni loculi liberi ci sarebbero ma da quando è esploso il caso “tomba per due”, il Comune ha ritenuto di sospendere in via precauzionale tutte le nuove assegnazioni di loculi. Il sospetto è che ci siano molti altri casi “tomba per due” ancora sconosciuti. Fu lo stesso sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis quando emerse lo scandalo ad ammettere a Fax che “E’ molto probabile che ci siano altre situazioni simili e per questa ragione stiamo procedendo con urgenza ad una ricognizione generale dell’esistente su tutti i loculi che risultano essere liberi”. Il sindaco annunciò anche che sarebbero stati chiamati “tutti i cittadini a portare in Comune le ricevute di pagamento per regolarizzare e formalizzare le vendite”. Successivamente si sarebbe quindi proceduto a pubblicare dei bandi per la cessione dei loculi. Bandi di cui nessuno più parla ed intanto la lista d’attesa cresce: siamo già a quota 800 domande.

© Riproduzione riservata 23 Aprile 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *
Nome
Email *
Sito web