aggiornato il 31/10/2015 alle 8:38 da

Pretende il denaro spettante al padre. Da in escandescenza. Arrestato dai carabinieri

carabinieri volantePUTIGNANO – Pretende il contributo spettante al padre e, al diniego, minaccia prima i dipendenti e poi i carabinieri.

È accaduto l’altra mattina a Putignano, dove i militari della locale Stazione hanno arrestato un sorvegliato speciale 47enne del luogo, accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, violenza privata, e violazione delle prescrizione impostegli.

Una telefonata giunta al 112 ha fatto convergere una pattuglia presso gli uffici dei servizi sociali, dove un uomo era andato in escandescenza.

L’uomo, infatti, recatosi in quel luogo per riscuotere il contributo economico, di circa 200 euro, che mensilmente percepiva suo padre, al diniego ottenuto da parte dei dipendenti, che esigevano la presenza del padre, ha iniziato a minacciare i presenti, creando non poco scompiglio.

L’intervento dei carabinieri è stato determinante, poiché ha evitato che la situazione potesse degenerare, sebbene i militari abbiano dovuto faticare non poco, prima di riuscire a riportare alla calma l’esagitato, che a quel punto è stato arrestato.Per il 47enne, la Procura della Repubblica di Bari ha disposto gli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata 31 Ottobre 2015