aggiornato il 14/03/2012 alle 16:48 da

Cuccioli buttati nel cassonetto come rifiuti

PUTIGNANO – Erano le 9 di sabato mattina quando in contrada Chiancarosa Michele Montevago, un giovane che lavora presso un vicino ristorante, ha sentito il lamento di alcuni animali. Seguendo lo straziante richiamo è giunto presso un cassonetto dei rifiuti. All’interno, scavando a mani nude fra i rifiuti, Michele ha trovato una sacchetto chiuso con una corda nel quale si trovavano ben sette cuccioli di cane. Poco dopo il ritrovamente lì giungeva il compattatore per la raccolta della spazzatura. Solo per pochi minuti è stata salvata la vita di questi cuccioli abbandonati barbaramente e condannati a morte da chi avrebbe invece dovuto curarli.

A giudicare dalla montagna di rifiuti che ricopriva il sacchetto con i cuccioli, non è escluso che fossero stati abbandonati dal giorno prima e si trovassero nel cassonetto da svariate ore.

Immediatamente il ritrovamento è stato segnalato alla Polizia Municipale che sta indagando per risalire all’autore del barbaro gesto. In questi casi la legge prevede una denuncia penale e pesanti sanzioni.

Due dei sei cuccioli sono stati subito adottati, uno dal “salvatore” Michele ed un altro da una signora che si trovava nel comando dei vigili. Gli altri quattro cuccioli sono stati affidati alla Lega per la Difesa del Cane e sono in cerca di adozione. Chi volesse dare loro una casa può contattare i volontari al seguente recapito: 347-9232842.
cuccioli_salvaticuccioli_salvati2

© Riproduzione riservata 14 Marzo 2012