aggiornato il 21/08/2012 alle 9:44 da

I pompieri aggrediti dai randagi

PUTIGNANO – Un gruppo di cani randagi staziona e bivacca da alcuni mesi sul retro del distaccamento dei vigili del fuoco di Putignano in Viale Federico II.

Da questo secondo ingresso pedonale entrano ed escono i pompieri per prendere servizio o per lasciarlo,  ma dal mese di Giugno, circa una decina di cani di grossa taglia staziona tra le sterpaglie altissime e rifiuti di qualsiasi genere mimetizzandosi abilmente e al momento che qualcuno gli passa d’avanti c’è l’attacco di gruppo, (forse per difendere quello che considerano il proprio territorio) . I cani spesso prendono di mira i vigili del fuoco,  puntandoli, abbaiando e ringhiando con ferocia, tanto che chi ancora si avventura da questo ingresso è arrivato al punto di correre avanti al branco e al posto di aprire il cancello per entrare, lo salta  arrampicandosi (il cancello è alto mt.2,20), rischiando di cadere e farsi male oppure di essere morsi.

Da Giugno scorso un caposquadra dei vv.f. segnalò telefonicamente al comando di polizia municipale la presenza dei grossi meticci, l’agente ricevente assicurò che in breve tempo avrebbe notificato all’impiegato comunale e alla Asl l’incresciosa e pericolosa segnalazione , ma ad oggi 19 Agosto non si è visto nessuno che possa accalappiarli e mettere i randagi al sicuro. Alcuni vigili segnalano che i cani sono ancora lì, anzi, si è aggregato qualche altro al solito gruppo diventando più numerosi.

L’appello è rivolto agli organi comunali di competenza e al Sindaco, primo responsabile dei randagi sul territorio comunale. Si spera che l’appello venga recepito e che  nessun pedone, pompieri compresi, venga aggredito.

(foto 2cinforma)

SAM_7475SAM_7474SAM_7476SAM_7477 

© Riproduzione riservata 21 Agosto 2012