aggiornato il 24/07/2010 alle 8:24 da

Il matricida era incapace di intendere e di volere

PUTIGNANO – Importante novità giudiziaria sul matricidio che nel febbraio scorso si è consumato a Putignano. Nicola Elefante si trova ancora nel carcere di Taranto per aver ucciso la madre Carmela Galidoro di 83 anni.

Il perito indicato dal giudice, il prof. Francesco Catanesi, ha depositato presso il Tribunale le 51 pagine della perizia psichiatrica. Il perito ha evidenziato che l’assassino “al momento del fatto aveva gravemente scemata la capacità di intendere e di volere”. Catanesi ha però ritenuto che Nicola Elefante sia nelle facoltà di seguire il processo che lo vede imputato.

Ulteriori notizie sugli sviluppi giudiziari del grave fatto di cronaca in edicola su Fax.

 

© Riproduzione riservata 24 Luglio 2010