aggiornato il 16/11/2014 alle 13:01 da

Dietro le quinte, buona la prima

PUTIGNANO – Si è conclusa sabato la prima avventura della neo Associazione Teatrale “Dietro le quinte” capitanata dal giovane Luigi De Lucia che ha portato in scena, al Margherita, la commedia “Ditegli sempre di sì”, due atti di Eduardo de Filippo, liberamente adattata da Carmela Andresini.
Le basi per continuare il progetto ci sono.  Nel complesso la rappresentazione è stata buona. Gli attori hanno ben interpretato, mostrando padronanza dello spazio scenico e capacità nella coordinazione dei tempi. Vivaci gli abiti e bella, colorata e funzionale la scenografia realizzata dal maestro Angelo Loperfido.
Ha funzionato il ritorno sulla scena di Mino Barletta nel ruolo del pazzo, appena rientrato dal manicomio, che combina pasticci, curata e precisa la mimica, mai uno sgarro nella “studiata” postura; buona l’esibizione di Anna Polignano, la sorella del pazzo, molto presente nel primo atto, ha tenuto bene il ritmo scandendo opportunamente i tempi, simpatico il tic della spalla; bravo anche Luigi De Lucia che si è giostrato con facilità attraverso le varie sfaccettature del suo personaggio. Matteo Coppi, nel ruolo del padrone di casa anziano e dall’andamento claudicante, ha reso bene pur se in un paio di punti ha “perso” per un attimo il personaggio.  Molto interessante l’esibizione di Claudio Pinto che ha anche curato dizione e respirazione.  Un po’ “incerte” le esibizioni di Alessandra Goffredo e Vito Rotolo; soddisfacente Ivo Contegiacomo facilitato dalla balbuzie del personaggio; Elisabetta Delfine, adatta nel ruolo dell’assistente sociale   deve lavorare ancora sulla voce. Tranquille ma, comunque, opportune le esibizioni di Angelica Sabatelli, Carmen Laera, Michele Rotolo, Barbara Bianco, Rosanna Mezzapesa.
Come ha spiegato Pina Laera, che ha introdotto la serata, il ricavato della prima è stato devoluto alla Fidas – Fpds sez. di Putignano, che ha ospitato la compagnia per le prove. Al presidente Mimmo Santoro, che ha sensibilizzato alla donazione del sangue, è stata consegnata una targa ricordo.

Dietro le quinte 1Dietro le quinte. Carmela Andresini con il figlio Liugi De Lucia

© Riproduzione riservata 16 Novembre 2014