aggiornato il 18/11/2014 alle 18:41 da

La cena degli abitanti di contrada Rosario

PUTIGNANO – Venerdì scorso 14 novembre, è stata organizzata la prima cena comunitaria degli abitanti della contrada Rosario.

La celebrazione della messa religiosa in devozione della Madonna del Rosario, tenutasi lo scorso 5 ottobre, è ormai una tradizione consolidata per tutti coloro che abitano o villeggiano in strada comunale Rosario. È un momento di ritrovo, oltre ad una festa religiosa. È un’occasione in cui stringere ancora di più i rapporti di buon vicinato, come se la strada comunale fosse un grande condominio. Con il passare degli anni, la festa si è aperta sempre di più anche a chi non abita in quella via, diventando una vera festa di paese dai tratti “antichi”. Infatti, senza nessuno sponsor pubblico, né privato, i cittadini putignanesi della contrada organizzano la festa coinvolgendo amici e parenti e preparando manicaretti dolci o salati da condividere con tutto il pubblico della manifestazione.

Da sempre, l’organizzazione dell’evento è opera del presidente del comitato della contrada, Lorenzo Colagrande, aiutato da volontari della zona e dal Centro Sportivo “La Quercia”, che mette puntualmente a disposizione anche il parcheggio ed i locali. In questo modo, oltre alla fede religiosa, si riesce a tenere viva negli anni anche la capacità di riunire tutti gli abitanti della contrada.

Ma quest’anno Lorenzo Colagrande è riuscito a fare di più!

Ha organizzato un menù per i soli residenti presso il ristorante “Il rifugio dei frati”, sempre in via Rosario. Avete presente quelle famose frasi tipo “ prima o poi organizzeremo una cena insieme” che si dicono spesso, ma si realizzano raramente? Ciascuno degli abitanti della contrada, venerdì sera, pagando la propria quota, ha potuto realizzare quei propositi con tutti i vicini di casa e anche molti altri. In sala c’erano più di 50 persone intorno ad una lunga tavolata: niente è meglio di una tavola imbandita, per stringere rapporti umani.  I partecipanti hanno anche voluto omaggiare con un invito a cena, don Angelo Sabatelli, ed il Sindaco, Domenico Giannandrea. Il primo perché è sempre a disposizione per la celebrazione della Santa Messa in devozione della Madonna del Rosario; il secondo per il calore con cui ha accolto l’invito alla festa in questo suo primo anno di mandato.

Tra chiacchiere, cibo e risate, si è svolta una piacevole serata all’insegna della “buona cittadinanza dei tempi passati”.cena degli abitanti di contrada Rosario 2

cena degli abitanti di contrada Rosario 1

cena degli abitanti di contrada Rosario

© Riproduzione riservata 18 Novembre 2014

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento