aggiornato il 15/07/2011 alle 14:04 da

Sere d’Estate ospita “La strana coppia”

PUTIGNANO – sere-destate-la-strana-coppiaDopo il debutto di giovedì 7 luglio, in settimana la rassegna Sere d’Estate ha affilato un doppio appuntamento. Pubblico numeroso e buon teatro hanno contraddistinto le date di domenica 10 e giovedì 14 luglio. Nel primo caso ad esibirsi è stata la compagnia organizzatrice della rassegna, “I Commedianti” che, sotto la guida di Paolo Lippolis, ha fatto il tutto esaurito con la replica di “Nu mes o fresch”. Nella seconda data il palco di Masseria Colavecchio è stato calcato dalla compagnia “Ada Teatro – Amici dell’Arte” di Grumo Appula. Per loro un testo celebre e cinicamente ironico, “La strana coppia” di Neil Simon, affidato ad attori di qualità e messo in scena dalla regia di Michele Puntillo.
L’esperienza può definirsi un nuovo sipario all’interno del cartellone teatrale. Se fino ad ora l’ha fatta da padrone la commedia e in essa il vernacolo, la compagnia di Grumo ha fatto i conti con la storia di Felix ed Oscar. Due amici, entrambi divorziati, diversissimi tra loro, che si trovano a dividere l’appartamento. La convivenza è problematica e negli attriti si insinua il sarcasmo dello straordinario Simon. Infondo si sa, “il divorzio può essere tremendo, se non hai un buon avvocato”. Così la pièce scorre tra gag e dialoghi di un divertimento sottile. Alla coppia, si affiancano tre amici. La compagnia del poker del venerdì è al completo, il loft newyorkese prende vita, fin troppa. Il testo non manca di figure femminili, così la scena dà spazio anche alle sorelle Gwendoline e Cecil.
Il filone “Strana Coppia”, poi ripreso per citare un solo esempio da “The Blues Brothers”, lascia sul palco di Masseria Colavecchio un esempio di altro teatro.
Il prossimo appuntamento con la rassegna è per giovedì 21 luglio con la compagnia teatrale “UPTE” Putignano che porta in scena “Beata gioventù. Il cuore non invecchia mai”.

© Riproduzione riservata 15 Luglio 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento