aggiornato il 24/08/2011 alle 9:41 da

Inaugurazione del centro culturale Sepik

PUTIGNANO – SEPIK_cartolina_invitoDomenica 28 agosto, alle 21, si inaugura a Putignano, in via Mazzini 12, il Centro Culturale Sepik, sede dell’Associazione Culturale di Promozione Sociale SedimentAzione. L’Associazione è risultata vincitrice del bando Principi Attivi 2010 della Regione Puglia e si propone di riempire gli spazi urbani e non, di attività artistiche, culturali e sociali, di creare un luogo di aggregazione e partecipazione sociale, dove poter connettere e potenziare le risorse umane, mettendole a frutto.  

Il programma della serata prevede la presentazione del progetto, il concerto degli SWING 39, la mostra fotografica di Massimo Barberio (vincitore dell’IPA, International Photography Awards) e la festa di tesseramento. 

Qualche curiosità a cui rispondono gli amici dell’associazione SedimentAzione. Cosa è Sepik?

Nella Papua Nuova Guinea esiste un importante fiume che scorre lungo più di mille chilometri del suo territorio. Questo fiume si chiama Sepik e sulle sue sponde si sviluppa un caleidoscopio di razze e culture differenti, oltre che un’infinità di produzioni artistico-religiose uniche per la loro bellezza. Pratica particolare del territorio del Sepik, riguarda il complesso sistema di rapporti sociali basati sul dare piuttosto che sull’avere, meglio noto come economia del dono. Il prestigio sociale fra questa gente non è dato tanto dall’accumulazione di ricchezza, ma dalla potenzialità del donare il bene stesso. Chi si comportasse secondo il costume occidentale dell’accumulazione e della ricchezza sarebbe qui considerato come un disadattato sociale e quindi messo al bando. È proprio questo aspetto che rende interessante questa cultura, cosi opposta alla nostra scala di valori. Il nostro Centro Culturale ha scelto, non a caso, di chiamarsi Sepik, proprio perché vuole far sua la pratica della condivisione e del dono come strumento basilare del vivere sociale. Sepik vuole essere partecipazione e creazione di reti sociali e culturali. Mira a far suo lo spirito di collaborazione piuttosto che di scontro e competizione tipico dell’economia del dono.  Il progetto mira a creare un spazio fisico in cui poter realizzare tutto questo, ed attraverso il coinvolgimento diretto di tutti coloro che ne sono interessati, promuovere attività artistico-culturali, formative e di inclusione sociale (con particolare riguardo alle comunità immigrate).

Per maggiori informazioni sulle attività di Sepik:

www.facebook.com/sedimentazione o www.facebook.com/centroculturalesepik

www.twitter.com/sedimentazione

http://sedimentazione.blogspot.com/ o contattare sedimentazione@gmail.com

 

 

 

 

© Riproduzione riservata 24 Agosto 2011