aggiornato il 31/08/2011 alle 8:34 da

Sepik, un centro culturale per la promozione sociale

Annibale_DElia_Domenico_Maggipinto_Marisa_Liuzzi_Saverio_CampanellaIl_pubblico_intervenuto_allinaugurazione

 

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – È stato inaugurato domenica 28 agosto il Centro Culturale Sepik, sede dell’associazione SedimentAzione, vincitrice del bando Principi Attivi 2010 della Regione Puglia. Il centro è sito in via Mazzini 12, traversa di via Margherita di Savoia e si propone di animare gli spazi urbani e non con attività artistiche, culturali, di aggregazione e partecipazione sociale. Il progetto Sepik, che prende il nome da un importante fiume della Papa Nuova Guinea, è stato presentato da Marisa Liuzzi, presidente della neonata associazione e Domenico Maggipinto. Sul fronte amministrativo era attesa la presenza dell’assessore alla cultura Giuseppe Genco, poi sostituito dal collega al patrimonio, Saverio Campanella. Presente anche Annibale D’Elia, dello staff Principi Attivi, il quale oltre a congratularsi con Putignano per la sua sempre massiccia presenza di vincitori al bando regionale, ha citato esempi virtuosi di messa in atto di risorse comunitarie. Nello specifico SedimentAzione è un’associazione culturale di promozione sociale, che prende ad esempio il modello sociale del fiume Sepik, basato sull’economia del dono. Sulle sponde del fiume “si sviluppa un caleidoscopio di razze e culture differenti – spiegano i promotori del progetto –  oltre che un’infinità di produzioni artistico-religiose uniche per la loro bellezza. Pratica particolare del territorio del Sepik, riguarda il complesso sistema di rapporti sociali basati sul dare piuttosto che sull’avere, meglio noto come economia del dono. Il prestigio sociale fra questa gente non è dato tanto dall’accumulazione di ricchezza, ma dalla potenzialità del donare il bene stesso”. Proprio lo spirito di partecipazione e collaborazione anima la creazione di reti sociali e culturali. Il centro sarà aperto ai soci e il costo della tessera è di 5 euro. Un piccolo saggio di promozione culturale è stato dato dal concerto degli Swing 39 e dalla mostra fotografica di Massimo Barberio, artista di Acquaviva autore di scatti sull’immigrazione. Domenico_Maggipinto_e_Marisa_LiuzziGli_Swing_39

© Riproduzione riservata 31 Agosto 2011