aggiornato il 09/09/2011 alle 14:37 da

Valeria Marangelli, ballerina a NYC per due settimane

PUTIGNANO – valeria_marangelliHa messo il naso in quel di New York City e ne è rimasta catturata. È quanto capitato a Valeria Marangelli, ballerina dall’età di quattro anni, oggi “quasi 17enne”, studentessa del liceo scientifico putignanese, allieva della Scuola di Danza Olimpia Pascale. Valeria lo scorso hanno ha vinto una borsa di studio in occasione del World Dance Movement, stage internazionale che si svolge a Castellana Grotte e che dà la possibilità a giovani di tutto il mondo di fare esperienze formative, con lezioni di danza gratuite, in America, Francia e Italia. Al nostro talento è toccata la grande mela, quindi Manhattan, cuore pulsante della City che ha vissuto dal 18 al 29 giugno. “Ho frequentato le lezioni alla Steps on Broadway – racconta – in più in altre due scuole, il Broadway Dance Center e il Peridance Capezio Center”. Valeria ha cominciato con l’hip hop, poi la passione si trasformata in danza classica, moderna, contemporanea. “E’ stata un’esperienza meravigliosa – dice – sia per il posto, lì ti sembra di vivere in un film, New York ti fa capire quante possibilità la vita può darti, ovunque ti giri ci sono aspetti e opportunità da cogliere. Sia per la grandezza dei posti e per il modo di pensare. Spero di tornare a giugno dell’anno prossimo e perfezionare la danza contemporanea. C’è una mentalità diversa dall’Italia, diversa da qualsiasi altro posto”. Anche per il futuro le idee sono abbastanza chiare, quanto lo sono i sogni che lottano per vincere l’impatto con la realtà. Tra la carriera universitaria e quella artistica, la bilancia pende decisamente per la seconda. “Mi piacerebbe diventare una ballerina, magari una coreografa, ma questo molto più in là”. Intanto “dopo il quinto superiore conto di spostarmi, vorrei andare o in Olanda o in America, ma è ancora tutto da vedere”. Un ultima battuta per i ringraziamenti. “Un grazie va ad Olimpia, che mi ha consigliato lo stage, sono un suo frutto. L’altro grazie va agli insegnanti che in quello stage mi hanno notata”. Salutiamo Valeria con un in bocca al lupo. I suoi piedi e le sue braccia non sono stati fermi un solo attimo, per la verità nemmeno il sorriso.     

valeria_marangelli_in_posa

© Riproduzione riservata 09 Settembre 2011