aggiornato il 30/09/2011 alle 15:07 da

Il New Time organizza un corso di scacchi

PUTIGNANO – scacchiNuova iniziativa per il New Time Putignano che nel mese di ottobre organizzerà un corso di scacchi tenuto da un istruttore di prima categoria nazionale. Il corso, che ha ottenuto il placet del Comitato Regionale degli scacchi, si terrà in ore serali ed è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere questo nobile gioco. Per tutti coloro che vorranno proseguire l’avventura scacchistica, l’associazione ha pensato di creare, alla fine del corso, una squadra che potrà partecipare a diversi tornei di scacchi. La didattica è organizzata in lezioni ed esercitazioni e per la fine del corso è prevista una simultanea con un Maestro italiano di scacchi. Durante il corso sarà fornito materiale didattico e software per la simulazione delle partite. Per i primi 10 iscritti ci sarà l’abbuono della quota d’iscrizione e quindi pagheranno la sola quota di partecipazione al corso. Orari e giorni saranno concordati con gli iscritti. Le iscrizioni inizieranno da  martedì 4 ottobre e ci si potrà iscrivere rivolgendosi alla sede del New Time Putignano in Via El Alamein, 36 dalle 18.00 alle 20.00 dal lunedì a venerdì. Per maggiori informazioni, sempre dal 4 ottobre, si potrà consultare la pagina facebook “Corso Scacchi Putignano”, inviare una mail a: corsoscacchiputignano@gmail.com oppure contattare il numero 327/4096284.

Di seguito un estratto di un saggio di Newel, Shaw e Simon (premio Nobel per l’Economia 1978) che riguarda il gioco degli scacchi:

“Gli scacchi sono il gioco intellettuale per eccellenza. Senza far uso di strumenti casuali (come i dadi e la roulette), che inquinerebbero la contesa, due intelletti, vengono contrapposti in una situazione così complessa che nessuno dei due può sperare di comprenderla completamente. Tuttavia, il gioco è sufficiente analizzabile, di modo che ciascuno può sperare di sconfiggere l’altro. Il gioco è tanto profondo e sofisticato che ha permesso la nascita di giocatori professionisti ed ha supportato senza esaurirsi, oltre 200 anni di partite e di studi analitici intensivi. Tali caratteristiche rendono gli scacchi un’arena privilegiata per i tentativi di meccanizzazione. Se si potesse sviluppare un giocatore artificiale vincente, si potrebbe affermare di aver penetrato il nucleo dell’attività intellettuale umana”.

Ufficio Stampa Corso Scacchi Putignano

© Riproduzione riservata 30 Settembre 2011