aggiornato il 04/10/2011 alle 12:30 da

Speranze e ambizioni nel musical “A me il palco, please!”

a_me_il_palco_please_1a_me_il_palco_please_4

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – Quattordici ragazzi si ritrovano a frequentare i corsi di una accademia nazionale d’arte. Ciascuno approda sul palco con una storia personale, intrisa di paure, speranze, dolori, sacrifici e rinunce. Tutti voglio custodire la propria ambizione, ma non hanno fatto ancora i conti con i sentimenti. Inizia così il viaggio di “A me il palco, please!”, il musical dei ragazzi andato in scena venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre, presso il Teatro Cinema di Alberobello. Con la regia di Gianluca Ferrato, l’aiuto Gabriele Colferai e le coreografie di Olimpia Pascale, ha preso vita uno spettacolo complesso, nel quale gli attori, tutti giovanissimi, si sono cimentati con canto, ballo, recitazione e le tre cose spesso insieme. Un incipit da Chorus Line, famoso musical degli anni ’70, poi anche film, del quale lo spettacolo cita, per esempio, il brano Nothing. Di omaggi ce ne sono molti altri, con una scena tratta da Billy Elliot e l’interpretazione del brano “Loretta con la O”, versione italiana del successo di Liza Minnelli “Liza with a Z”. I ragazzi ce la mettono tutta, anche perché nella finzione scenica si appressano a gareggiare nel concorso nazionale che eleggerà l’accademia d’arte dell’anno. Loro sono: Angelo Curci, Claudia Mangini, Marco Curci, Mara Lippolis, Verdiano Cassone, Alessia Greganti, Roberto Marraffa, Martina Colaprico, Dominic Muolo, Alice Valenza, Davide De Tomaso, Rosselia Maggipinto, Matteo Di Venere e Luciana Stagno. Preziosi al musical Rita Binetti nei panni di un’autoritaria bidella della scuola e Gabriele Colferai, assistente del direttore di accademia. Gli applausi finali sono anche per Ferrato e la Pascale.

a_me_il_palco_please_3a_me_il_palco_please_2

© Riproduzione riservata 04 Ottobre 2011