aggiornato il 27/10/2011 alle 10:18 da

“Favole per crescere”, il libro di Margherita Roncone

favole_per_crescere_1favole_per_crescere_2

 

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – “Favole per crescere” non è solo il titolo che Margherita Roncone ha dato al suo libro, ma è anche l’esortazione che venerdì 21 ottobre ha guidato i lavori di presentazione del volume, edito da Vito Radio. Presso la Biblioteca Comunale di Putignano si è così ritrovato un pubblico di bambini, genitori, insegnanti che ha condiviso con l’autrice il “difficile mestiere di crescere”. All’interrogativo: perché un libro di favole?, la risposta della Roncone è stata convinta: “perché è un’arte antichissima che arriva nell’inconscio con un significato delicato e sottile, non invadente”. L’affermazione vale anche per gli adulti che, condividendo la lettura delle favole con i propri figli, possono “fare una passeggiata nel bosco dell’interiorità e recuperare la voce del bambino che è dentro di noi”. Ed in effetti di boschi si parla in questo libro che, attraverso la figura di Piccolo Orso, traccia un percorso didattico di crescita che attraverso il linguaggio universale delle favole, comunica con grandi e piccoli. Margherita Roncone durante la presentazione ha anche letto alcuni brani, proprio per stimolare il dialogo con il pubblico. Così l’orso protagonista del racconto esprime il suo bisogno di valori. “I bambini crescono bene nelle famiglie che hanno limiti chiari e precisi – spiega la Roncone, già mediatrice familiare, iscritta a psicologia, sta completando il percorso nell’ambito del counseling e della programmazione neuro linguistica, e prosegue – i bambini non vogliono genitori perfetti”. Quindi “il conflitto è un momento fondamentale per la crescita della famiglia e le paure sono funzionali alla crescita del bambino, ma quando diventano dei giganti bisogna interrogarsi”. E se alla domanda: cosa sono le emozioni?, i bambini sono più pronti nella risposta dicendo “i sentimenti del cuore”, l’invito finale dell’autrice è esteso a tutti: “che ognuno sia in grado di realizzare la sua piccola felicità nella propria vita”.

© Riproduzione riservata 27 Ottobre 2011