aggiornato il 06/12/2011 alle 9:15 da

Liceali in Spagna, il loro racconto di viaggio

 

liceali_in_spagna_studenti_del_M-L_con_la_prof.spagnolaliceali_in_spagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PUTIGNANO – Si avvicina il rientro dei tre studenti del polo liceale “Majorana-Laterza” che hanno trascorso tre mesi all’estero, precisamente a Getafe, vicino Madrid, all’interno di un progetto Comenius. L’esperienza di scambio vedrà sabato 10 dicembre due docenti del liceo e 5 studentesse della quinta A, sezione scientifica, raggiungere i tre “forestieri” per il quinto meeting relativo al Comenius “L’architettura: un ponte per l’educazione interculturale”. Ed è proprio grazie a questo partenariato, già esistente tra il liceo putignanese e la Josè Hierro di Getafe, Francesca Galluzzi, Davide Notarnicola e Martina di Lorenzo hanno potuto usufruire delle borse di studio del progetto Europeo Mobilità individuale degli studenti. In attesa del loro rientro, previsto il 20 dicembre, riceviamo da loro il testo che segue.


È già passato un mese da quando siamo qui, in quel di Getafe, città nelle vicinanze di Madrid, con temperature non propriamente autunnali, tanto da ricordare l’estate! Sembrava così strano dover sospendere la nostra routine per tre mesi, lontani dalle famiglie, dai nostri amici e da quanto ci è più caro. Arrivati in un altro paese, con idioma, costumi e vita sociale differenti, i nostri partner ospitanti sono riusciti a farci sentire a nostro agio, a partire da un’accoglienza all’aeroporto degna di Hollywood con striscioni e manifesti. Dopo qualche raccomandazione del caso, siamo saliti nel coche, senza sapere cosa fosse fino al momento in cui abbiamo visto le auto …

Qualche problemino con la lingua locale, superato già dopo la prima settimana, non ci ha impedito di cominciare a frequentare l’istituto “Josè Hierro”, nostra scuola ospitante, e di incrociare gli sguardi curiosi e indagatori di chi sarebbe poi diventato un buon amico. Bisogna dire, però, che questo non è uno dei periodi migliori per l’educazione pubblica della regione di Madrid: infatti, si vedono spesso le vie della capitale affollate da professori e alunni in protesta, tanto che risulta difficoltoso il normale svolgimento delle attività scolastiche.

Ad ogni modo, le lezioni sono sempre interessanti e relativamente semplici da comprendere e, dopo solo cinque giorni di “duro lavoro”, arriva sempre puntuale il fine settimana! Approfittando del sabato libero, i weekend li trascorriamo fra uscite con gli amici o gite con le famiglie nei pueblos nativi come Argamasilla de Alba, l’innominato lugar del Chisciotte di Cervantes, Chinchòn, con il suo liquore all’anice, Aranjuez, antica residenza estiva dei sovrani spagnoli, e El Escorial, paesino in cui è situato l’omonimo monastero tanto voluto dal re Filippo II. Per affrontare queste escursioni impegnative, però, c’è bisogno di un pasto all’altezza della situazione: ecco, dunque, che compare nel piatto una bella tortilla o una mega porzione di paella, sufficiente a riempire lo stomaco di tutti per l’intera giornata. Nulla da invidiare, quindi, alla comida italiana, pizza esclusa, naturalmente!

Quando i nostri amici ci dicevano che sarebbe stato un periodo troppo lungo da sopportare, tre mesi all’estero, ora possiamo rispondere loro che al pensiero di restare qui solamente altri due mesi ci viene una gran tristezza, perché effettivamente, seppur loro siano fisicamente lontani, virtualmente ci sono vicini e, allo stesso modo, stiamo conoscendo tante persone allegre, simpatiche, disponibili che ci accompagnano in questa fantastica avventura, all’insegna del conoscere se stessi, il mondo e le sue innumerevoli sfaccettature. Abbiamo costatato che gli italiani soggiornanti in Spagna con il Comenius sono più della metà del totale dei partecipanti da tutta Europa al progetto e ci teniamo a sottolineare l’importanza di questa esperienza unica che pertanto consigliamo a tutti di vivere, cogliendo al volo ogni occasione possibile, come abbiamo fatto noi quando arrivò in classe quella comunicazione sui Progetti di Mobilità Individuale Comenius, la quale ci ha permesso di soggiornare qui in Spagna per questi splendidi tre mesi!

Martina Di Lorenzo

Francesca Galluzzi

Davide Notarnicola

liceali_in_spagna_martinaliceali_in_spagna_spagna1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

liceali_in_spagna_welcome_davide

© Riproduzione riservata 06 Dicembre 2011