aggiornato il 22/10/2010 alle 14:36 da

Il Pd festeggia e riflette sulla coalizione

PUTIGNANO – pd-putignanoIeri sera il Pd putignanese ha dato il via alla Festa Democratica, una quattro giorni di dibattiti, politica e coinvolgimento cittadino. Dopo l’apertura della festa, presenziata da Vito Antonacci, segretario provinciale del Partito Democratico, si è passati a parlare di “Quale futuro per il centro sinistra a Putignano” e il dibattito è sfociato sui futuri scenari elettorali del comune. Il confronto tra i partiti della coalizione ha visto gli interventi di Stefano Maggipinto, anche moderatore, Gianni Campanella, assessore e membro del Partito Socialista, Dino Angelini, vice sindaco in quota Sel e Alberto Sportelli, segretario di Rifondazione Comunista. Il succo del parlare di Maggipinto è stato: “dobbiamo evitare il crollo del sistema imprenditoriale. Artigiani, lavoratori, commercianti, imprese non vanno lasciati soli. Per questo al di là dell’amministrazione sono importanti i partiti”. E da tale trampolino, la proposta di “istituire tavoli permanenti fra i partiti del centro sinistra per discutere di temi come sviluppo, ambiente e quanto conta per la nostra realtà”. Il primo punto del confronto ha trovato concordi tutti i relatori, qualche leggera scossa c’è stata nel secondo giro di interventi. Ancora Maggipinto: “tra tre anni andremo a rinnovare l’amministrazione comunale. Saremmo dei folli se ci presentassimo con l’attuale coalizione. Dobbiamo ampliare il centro sinistra. Diversamente potremmo ancora ritrovarci con un centro sinistra non perfettamente unito”.

© Riproduzione riservata 22 Ottobre 2010