aggiornato il 23/01/2011 alle 10:11 da

Un progetto da 38mila euro per raccogliere l’olio esausto

IMG_0944PUTIGNANO – L’assessorato all’ambiente del comune di Putignano manda in porto un progetto per la raccolta dell’olio vegetale da cucina. In paese sono stati installati 4 raccoglitori nei quali il cittadino potrà conferire l’olio esausto, di avanzo da fritture o usato in confezioni di prodotti sott’olio. Le postazioni sono in via Massimo D’Azeglio e poi nei parcheggi dei tre supermercati in via Federico II, Giuseppe Albano e via Turi. Il progetto ha un finanziamento provinciale di 28mila euro, non ancora erogato, ma è cofinanziato dal comune per altri 10mila euro. Al momento sono state acquistate 500 taniche per la raccolta dell’olio esausto in casa, che verranno distribuite ai cittadini richiedenti. Angelini auspica al prezzo di “un euro”, perché con 500 euro si potrebbero acquistare altre 120 taniche da ridistribuire in seconda tornata a “2 euro, per acquistarne ancora delle altre”. Il servizio di raccolta e smaltimento è gestito da “Raccolio s.r.l.” di Triggiano. Lo svuotamento dei 4 contenitori gialli avviene una volta ogni 15 giorni e la ditta verserà nelle casse comunali un contributo in funzione del quantitativo percentuale dell’olio raccolto che va dai 5 ai 70 euro a tonnellata. Un impegno dell’assessorato premiato dal dato della differenziata, che in dicembre scorso è giunta al 16,80 per cento.

© Riproduzione riservata 23 Gennaio 2011