aggiornato il 30/04/2011 alle 13:17 da

Niente soldi per la bretella

repertorioPUTIGNANO –  A nulla è servito l’accordo in extremis, dopo mesi di contrasti, raggiunto fra Comune e Provincia per candidare il progetto della periurbana variante alla SS172 ad un bando di finanziamento. La bretella che secondo il progetto permetterà di deviare il traffico che dalla SP 101 (via Conversano) attraversa la SP 237 (via Castellana) per giungere alla SS 172 (via Alberobello), non è stato ammesso al finanziamento. Il progetto putignanese del valore totale di 8milioni 150mila euro (con compartecipazione comunale del 2% pari a 163mila euro) è giunto in graduatoria solo 71° con un punteggio di 37. I progetti ammessi al finanziato nell’ambito del  “Programma Straordinario Viabilità Regionale” sono invece i primi 49, l’ultimo dei quali ha ottenuto 42 punti.

Per la Provincia di Bari ad essere finanziati per un totale di 38,5 milioni di euro sono stati i lavori di completamento delle circonvallazioni di Santeramo (due milioni complessivi per collegare le strade provinciali 236 per Matera e 235 per Altamura con l’aggiunta di 5,8 milioni per il sovrappasso ferroviario e le rampe di collegamento sulla sp 127), Turi (3,5 milioni per connettere la sp 102 Conversano-Turi e la sp 32 Castellana-Turi) e Castellana Grotte (5 milioni per il tratto tra le provinciali 237 e 240). Previsti inoltre l’allargamento della sp 178 Acquaviva-Sannicandro (800mila euro) e ben tre interventi sulla ex statale 98: sovrappasso e allargamento tra l’innesto Bitonto Nord e il viadotto di lama Balice (4,5 milioni), ammodernamento del tratto Bitonto-Modugno (10 milioni) e realizzazione delle 4 corsie (2,8 milioni).

Amaro il commento a Fax del consigliere provinciale Marco Galluzzi che si era speso per il progetto: “La Regione ha premiato le opere in attesa da diversi anni che avevano già il progetto esecutivo, mentre il nostro era solo preliminare, inoltre è stato valutato il valore della compartecipazione comunale e purtroppo nel nostro caso era solo del 2%”. Prosegue Galluzzi: “Non nascondo l’amarezza di vedere salvaguardati territori che hanno una rappresentanza regionale che gli stessi putignanesi hanno contribuito a  fare eleggere”.

© Riproduzione riservata 30 Aprile 2011