aggiornato il 22/03/2012 alle 9:55 da

Verde pubblico, Rifondazione grida allo scempio

PUTIGNANO – IMG_3154Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Rifondazione Comunista al sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis e all’assessore Dino Angelini:

Egr. avv. Ginavincenzo Angelini De Miccolis, 

Sindaco del Comune di Putignano,

Egr. geom. Modesto Angelini,

Assessore all’ambiente del Comune di Putignano.

Oggetto: il verde pubblico a Putignano.

Egregi Amministratori nel Nostro Comune sono presenti molti alberi da arredo urbano che nei giorni scorsi sono stati, in parte, oggetto di una potatura esagerata o per  meglio dire di una capitozzatura.

  • Capitozzatura: accorciamento che interessa le branche principali o il tronco della pianta; come da definizione di wikipedia.

Detto taglio deciso provoca nelle piante una malattia che viene fuori molti anni dopo, come detto nella vasta antologia esistente in materia.

 

Alla luce di quanto è avvenuto nei giorni scorsi a causa delle nevicate agli alberi siti nella scuola dell’infanzia di Romanelli ci siamo posti alcune domande:

– Era necessario fare quello scempio ai lecci tenendo presente che il verde pubblico è considerato arredo urbano?

– E’ il caso di far fare una perizia da un agronomo, competente, sullo stato degli alberi presenti nel giardino della scuola Romanelli?

– Che fine hanno fatto gli alberi che erano piantati sul marciapiede interessato dai lavori del teatro comunale? Sono stati trapiantati? Se si dove?  O semplicemente sono stati buttati?

Vorremmo ricordare che quei tre o quattro alberi sono stati acquistati con denaro pubblico, cioè denaro delle tasse dei Cittadini Putignanesi e non essendo secchi si vorrebbe conoscere che fine hanno fatto.

Ci permettiamo ancora una riflessione ed è:

–         Non sarebbe il caso che l’Amministrazione Comunale si dotasse di un tecnico competente in piante e cura del verde pubblico?

Almeno, così non saremmo costretti ad assistere (si spera) allo scempio fatto agli alberi a causa della manifestazione carnascialesca (per esempio vedi gli alberi in via M. di Savoia ed in particolare l’albero nei pressi del civico 29), alla piantumazione di alberi non adatti al luogo dove sono collocati, allo stato del verde nelle scuole, ai danni che alcuni alberi provocano ai marciapiedi e/o alla sede stradale (ad esempio al quartiere San Pietro Piturno) e così via.

Ci teniamo a precisare che queste domande non sono poste in modo polemico ma solo per conoscere e far conoscere ai cittadini quale è lo stato del verde pubblico a

Putignano e magari far nascere una riflessione sia tra Voi Amministratori della cosa pubblica che tra i cittadini stessi.

Nell’anticiparvi che detta lettera sarà inviata alle testate giornalistiche locali, restiamo in attesa di una risposta.

Distinti saluti.

Putignano 21/03/2012

Le segreterie de

Partito della Rifondazione comunista

Federazione della Sinistra

© Riproduzione riservata 22 Marzo 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento