aggiornato il 19/07/2013 alle 17:53 da

Giunta, i socialisti chiedono un rimpasto

franco sportelli socialistiPUTIGNANO – “In questi anni abbiamo sostenuto correttamente la maggioranza e le sue scelte, le voci di dissenso quando c’erano sono state molto limitate, ma adesso non si può più far finta che tutto vada bene”. Non ci gira troppo intorno Franco Sportelli, segretario del partito socialista, che nei mesi scorsi in modo soft aveva già chiesto una verifica alla sua maggioranza. Questa volta decide di mettere da parte il politichese che in realtà gli si addice poco, e di parlare in modo diretto, chiedendo una verifica che non sia solo di programma ma anche, e soprattutto, sugli assessori che potrebbero essere benissimo sostituiti in caso di verificate inefficienze. “Il problema non è solo il settore dei lavori pubblici con i cantieri fermi, di cui ci siamo stancati anche noi a parlare, dobbiamo chiederci se questi assessori sono in grado di portare avanti speditamente il proprio lavoro. – Evidenzia a Fax Sportelli – Più volte ho sentito il sindaco lamentarsi dei suoi assessori, se è così il sindaco ha il dovere di agire e di fare quel che ha già fatto in passato, di revocare”. L’ultimo riferimento – nemmeno troppo velato – è alla “cacciata” di Catia Caramia nella prima giunta De Miccolis. “A qualche mese dalle elezioni – rincara la dose il segretario socialista – sarebbe forse il caso di riflettere su questa composizione della giunta anche perché in ipotesi primarie non ci devono essere confusioni di ruoli… per esempio candidarsi alle primarie da assessore per noi non è il massimo della trasparenza (riferimento al vice sindaco e assessore Dino Angelini ndr.)”.

La vostra è una provocazione da intendere come stimolo a questa maggioranza oppure siamo davvero alla resa dei conti? “Siamo arrivati all’ultimatum, altrimenti ci dobbiamo chiedere cosa ci stiamo a fare in questa coalizione. Fino ad ora abbiamo dato il nostro contributo, ma se si pretende di costruire un nuova coalizione su queste stesse basi non siamo d’accordo…”.

Qual è la vostra richiesta-ultimatum alla maggioranza? “Le problematiche sono due: da un punto di vista amministrativo bisogna provare ad accelerare ed adottare le decisioni in modo collegiale, tentando di ascoltare tutti; poi c’è l’aspetto politico, dobbiamo quanto prima aprire il cantiere del centro sinistra, capire quali sono le forze che sono intenzionate a farne parte e determinare le regole. Noi abbiamo sempre detto che quello che ci interessa di più è il programma, poi tentiamo di capire come individuare il candidato sindaco, e se ci saranno primarie sicuramente avremo un nostro candidato”.

L’intervista integrale al segretario socialista è sul Settimanale Fax.

© Riproduzione riservata 19 Luglio 2013