aggiornato il 15/11/2010 alle 20:51 da

Isef-Csg 10-3, giornata no per la squadra putignanese

csggIsef Napoli-Csg Putignano 10-3 (p. t.  7-0)

Reti: al 3 Iamunno, al 7 ed al 15 Crema, al 13 R. Villalba, al 16 W. Villalba, al 19 e20 Suarato, al 23 Sartori, al 33 Suarato, al 35 Sartori, al 37 Salas, al 38 Luft, al 40 Valdano.

Isef: Valdano, Iamunno, De Vivo, Crema, Fabbrini, Suarato, Bianchi, Mantovani, R. Villalba, W. Villalba, Aprile, Salas. All. Alves

Csg: Giannandrea, Scocchera, Iotta, De Giorgio, Giraffa, Luft, Milani, Jhefferson, Zerbini, Sartori, Arellano. All. Basile

Incredibile ed inaspettata sconfitta, almeno nelle dimensioni, per il Csg Putignano che crolla in terra napoletana di fronte ad una indiavolata Isef, 10-3 il pesantissimo risultato, ma soprattutto 7-0 il primo tempo, che certifica l’assenza totale dal campo degli uomini di Basile. Napoletani che iniziano con un pressing altissimo ed asfissiante, mettendo subito in difficoltà i putignanesi e dopo 7 minuti si va sul 2-0, già nel primo tempo Basile cerca  di inserire il quinto di movimento, ma dopo il 3-0 al 13 di R. Villalba, gli ultimi 5 minuti diventano un vero incubo con altre 4 reti dei campani.

Increduli per lo 0-7 del primo tempo, nella ripresa Csg in avanti per salvare la faccia e ci riesce con tre gol all’attivo ed un parziale di 3-3, con il gol finale del portierino  Valdano (19 anni ) che infila dalla sua porta la rete sguarnita putignanese.

Una giornata storta può capitare e questo spera tutto lo staff putignanese, giocatori compresi, Basile deve parlare molto con i suoi ragazzi per capire i motivi del black out. Alcuni sentori si erano già visti nei 5 minuti iniziali del secondo tempo di Fasano con l’incredibile 0-3, ma questa volta è stato più grave, soprattutto in considerazione dei soli 8 gol subiti nelle precedenti 6 partite (Csg era la migliore difesa del campionato !).

Bisogna superare in fretta lo choc di questa batosta e ripartire con slancio sabato prossimo quando la Palafive ci sarà il Gragnano, una squadra ostica, ma “si può fare”, si deve vincere e rimanere in alto, visto che ancora la classifica sorride con il quarto posto, eccellente, rispetto alle aspettative di inizio campionato.

© Riproduzione riservata 15 Novembre 2010