aggiornato il 31/10/2011 alle 10:28 da

Il CSG si inchina alla capolista Canottieri Lazio

PUTIGNANO – csg_putignano_Lucas_JuninhoPer il CSG Putignano ancora una sconfitta interna. Al Pala Five il rimaneggiato quintetto rossoblu cede con onore ai quotati avversari della Canottiera Lazio, squadra capolista del campionato insieme alla Cogianco Genzano. Nella quinta giornata di serie A2, il sodalizio del presidente Mimmo De Luca non riesce a cogliere un risultato utile, ma resta la buona prestazione della squadra. Mister Corrado Napolitano, in tribuna per squalifica, ha preferito non rischiare il brasiliano Leandro Pereira in vista della sfida del prossimo turno contro Marcianise, oltre a non poter disporre di Braga e Joao, sempre in attesa del tranfer dalla Federazione brasiliana. Il tecnico putignanese ha fatto ruotare in campo solamente sei giocatori, molti dei quali hanno disputato addirittura tutti i quaranta minuti. A differenza della formazione allenata da mister Ripesi che avendo a disposizione tutti gli effettivi ha potuto effettuare una rotazione ad ampio raggio. Dopo le prime fasi di studio il CSG, ancora a secco di reti al Pala Five, cerca di sfruttare il fattore campo, ma nessuna delle due contendenti produce azioni pericolose. A rompere il ghiaccio è un lampo di genio di Junior il quale, dopo una serpentina da vero fuoriclasse, gela Soso (8′). La capolista si dimostra cinica e trova il raddoppio con Algodao (13’) e il tris con il capocannoniere laziale Velazquez, che al 19’ conclude una splendida combinazione su un calcio piazzato. Nella ripresa la punizione di Junior dopo solo 120 secondi è una sentenza perché la Canottieri Lazio sigilla l’incontro e spegne le residue velleità di rimonta dei locali. Eppure i pugliesi emergono nel momento più difficile della gara imprimendo un ritmo diverso: in poco più di un minuto sfiorano la rete Milani (3’20 e 3’36) e Soso su punizione (4’44). Il CSG si sblocca in maniera rocambolesca con Juninho che trafigge Miarelli in un momento di confusione dovuto ad un infortunio occorso a Romano con arbitro e giocatori indecisi sul da farsi. L’episodio innervosisce gli ospiti che riescono di capitolare ancora con Tiago (10′) e Milani (11’12). Tocca al giovanissimo Lucas da Silva, solo sedici anni per lui, finalizzare al meglio l’assist di Milani (11’24). Dopo la punizione di Junior (12′) ancora Milani stecca da pochissimi passi il suggerimento involontario di Juninho. Il CSG aumenta la pressione commettendo falli di troppo, concedendo così il tiro libero a Junior che da meno di sei metri calcia a lato (16’). È l’ultima vera emozione di una gara dai buoni contenuti tecnici e agonistici.

CSG PUTIGNANO – CANOTTIERILAZIO FUTSAL 2-4 (0-3 p.t.)
CSG PUTIGNANO: Soso, Juninho, Da Silva, Giotta D., Milani, Tiago Moreira. N.e. Gianfrate, Giotta G., Romanazzi, Pereira, De Giorgio, Gadaleto. All. Napolitano
CANOTTIERILAZIO: Miarelli, Follador, Algodao, Velazquez, Romano, Goldoni, Mentasti, Junior, Eric, Giustozzi, Sordini, Mazzuca All. Ripesi
RETI: pt 8′ Junior (CLF), 13′ Algodao (CLF), 19′ Velazquez (CLF); st 2′ Junior (CLF), 9’51 Juninho (CSG), 11’24 Da Silva (CSG).
AMMONITI: Juninho (CSG) e Sordini (CLF) nel s.t.
ARBITRI: Mario Donati (Foligno), Giuseppe Grillo (Rossano) CRONO: Nicola Gisondi (Molfetta)

5′ GIORNATA: CSG Putignano-CanottieriLazio 2-4, Genzano-Modugno 6-3, Regalbuto-Fasano 4-1, Palestrina-Orange Passion 6-2, Potenza-Acireale 3-3, Napoli-Frosinone 8-1, Scafati-Napoli Ma.Ma. 2-2.
CLASSIFICA: Genzano, CanottieriLazio 15, Regalbuto 9; Potenza, Palestrina 8; Scafati, Modugno, Fasano 7; Frosinone, Napoli 6; Napoli Ma.Ma. 5;  Acireale 4; C.S.G. Putignano 3, Orange 0.
6′ GIORNATA: Acireale-Frosinone, Fasano-Scafati, CanottieriLazio-Palestrina, Regalbuto-Napoli, Modugno-Potenza, Napoli Ma.Ma.-CSG Putignano, Orange Passion-Genzano.

Foto Rosy Balena.

© Riproduzione riservata 31 Ottobre 2011

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento