aggiornato il 07/11/2011 alle 15:26 da

Pubblico in piedi nel Primo Memorial Maurizio Polignano

PUTIGNANO – primo_memorial_maurizio_polignano_la_maglia_ricordo_di_maurizioSi è svolto ieri, 6 novembre, presso la palestra della scuola media “Stefano da Putignano”, il Primo Memorial “Maurizio Polignano”. L’evento, animato dalle gare di pallamano, sport praticato dal giovane putignanese deceduto in un incidente in moto l’estate scorsa, è stato arricchito anche da altre performance. In tanti hanno cooperato alla riuscita del memorial, una sorta di grande abbraccio alla famiglia di Maurizio. La cronaca del pomeriggio sportivo è nel comunicato di Emiliano Montanaro,  Ufficio Stampa Uisp’80 Putignano Pallamano.

Gremita di gente la piccola palestra della “Stefano da Putignano”. Le persone erano in piedi sugli spalti per poter seguire l’evento, in barba agli avvisi ricevuti di restare seduti. Un evento che non ha mai ecceduto nei toni, restando sobrio e al contempo ricco di iniziative e di contributi: dalla partita dei veterani della pallamano putignanese e conversanese, allo stacco del movimentato gruppo Zumba della New Sporting House, alla bellissima ed emozionante sfida fra la squadra della Uisp’80 Pallamano Putignano di A2, contro la Planet Win 365 Conversano: squadra A1 d’elitè, al momento sesta nel campionato nazionale, già vincitrice di cinque scudetti, cinque coppe Italia, tre super coppe italiane e 3 handball trophy. Insomma un grande onore per la piccola palestra, per la nostra squadra e per tutti i presenti. Ma i contributi sono proseguiti da parte dei dirigenti della Uisp ’80, delle autorità di Putignano, quindi dell’associazione Vivi La Strada, di cui Maurizio Polignano faceva parte, intervenuta assieme alla Croce Rossa di Putignano, con una piccola dimostrazione pratica degli interventi di soccorso per incidente stradale. Presente anche Telenorba ed i colleghi di Maurizio, ma soprattutto una squadra quella del Putignano, sempre commossa, che ha voluto fortemente questa giornata di ricordo, proponendo alcuni filmati del giocatore che li ha lasciati. Presenti tutti, anche Federico Mirizzi, che ha lasciato la pallamano ed è ora nei vigili del fuoco. Alla famiglia di Maurizio è stato lasciato il ricordo della maglia della squadra e un ultimo addio: quello dell’urlo della sua vecchia squadra (coadiuvata da Realmonte), che non l’ha mai dimenticato.

© Riproduzione riservata 07 Novembre 2011