aggiornato il 14/11/2011 alle 10:47 da

Si chiude in pari lo scontro salvezza tra CSG e Fasano

PUTIGNANO – csg_putignano_esultanza_Milani-JuninhoSi chiude con un pareggio (4 a 4) l’atteso derby pugliese tra CSG Putignano e Fasano, valido per la settima giornata del campionato di serie A2 (Girone B). In un gremito Palafive, la formazione del presidente Mimmo De Luca, richiamata ad una prova d’orgoglio contro una diretta concorrente alla salvezza, assapora in agrodolce questo seppur prezioso punto in chiave salvezza. Contro l’ex allenatore Pannarale mister Napolitano riesce a recuperare l’infortunato Leandro Pereira e il brasiliano Braga, il cui transfer finalmente è stato perfezionato.

Sul campo putignanese la partita si preannuncia combattuta già dai primi minuti con repentini cambi di fronte che richiamano a prodezze entrambi i portieri. Nardacchione sbaglia clamorosamente davanti a Soso (2’40), occasione simile si presenta a Milani nel minuto seguente che fallisce tirando centralmente tra le braccia di La Rocca. Attorno al 6′ il CSG impone un’autentica supremazia di gioco con le fiammate di Juninho, Milani, Pereira e con i tiri da centrocampo di Soso. Ma l’assedio del Putignano è rotto dal vantaggio della formazione brindisina che concretizza in contropiede con Pinheiro (11’14). Il CSG riprende con il pressing che finalmente regala il pareggio firmato da Milani (13’43) e pochi secondi dopo Juninho manca l’affondo del 2-1. Così Maikon Zara, approfittando di una disattenzione difensiva, ruba la palla e porta in vantaggio i biancazzurri (16’43). La parità è ristabilita con Milani dopo un perfetto scambio di palla (16’28).

La ripresa inizia a senso unico con il solito reframe del CSG protagonista in fase offensiva ed il Fasano costretto a difendersi affidandosi alle sporadiche incursioni del solito Nardacchione in contropiede. Il CSG costruisce gioco continuamente ed arriva la tripletta di Milani che non sbaglia dopo il passaggio smarcante di Juninho (7′) il quale, subito dopo, fallisce l’affondo del 4-2. La gara viene riaperta dall’italoargentino Nardacchione, in giornata di grazia (15’18). Il CSG pare accusare il colpo e subisce ancora una rete con Loconte (16’32). Capitan Juninho non ci sta alla sconfitta che sarebbe, alla luce di quanto fatto, un risultato troppo ingeneroso e lo scatto di grinta arriva con Pereira (17’34). Nonostante i putignanesi cerchino più volte di portare a casa i meritati tre punti, il triplice fischio sancisce il risultato di parità che scontenta entrambe le squadre ma che, in conclusione, premia la bravura e sottolinea gli errori degli stessi quintetti.

PROSSIMO TURNO: Fasano-Palestrina, CanottieriLazio-Potenza, Regalbuto-CSG Putignano, Modugno-Acireale, Napoli Ma.Ma.-Cogianco, Orange Passion-Frosinone, Scafati-Napoli.

Foto Rosy Balena.

© Riproduzione riservata 14 Novembre 2011